QUINTANA, MORTE ESTRADA: SABATO MANIFESTAZIONE DEGLI ANIMALISTI

QUINTANA, MORTE ESTRADA: SABATO MANIFESTAZIONE DEGLI ANIMALISTI

share

Si moltiplicano sul web le iniziative di protesta contro lo svolgimento della Quintana dopo la morte di Estrada, il puro sangue inglese del Rione Morlupo, morta a seguito di un incidente verificatosi giovedì scorso durante le prove (l’animale ha abbattuto una bandierina che gli si è però conficcata nel costato decretandone la morte).
Già da qualche giorno, soprattutto attraverso facebook, le associazioni animaliste invitano gli internauti ad inviare e-mail e lettere di dissenso da indirizzare al Presidente dell'Ente Giostra, Domenico Metelli, al Sindaco di Foligno, Nando Mismetti, al Prefetto di Perugia,  Enrico Laudanna, e al Servizio Veterinario Asl3 di Foligno.
Esattamente un anno fa, proprio durante le prove, un altro incidente aveva causato il cedimento dell'arto anteriore destro di Kalascian, cavallo del rione Ammanniti. I sanitari si erano visti costretti ad abbattere l'animale in seguito al grave infortunio subito. Il reiterarsi di questi fatti ha amplificato lo sgomento di chi da anni si batte per i diritti degli animali: “Attenderemo i riscontri delle verifiche richieste dal Ministero della Salute per capire se vi sono state inadempienze nell’allestimento della pista ed accertare eventuali responsabilità – fa sapere con un comunicato Nadia Zurlo, responsabile LAV Settore Equidi – chiediamo pertanto alla Procura della Repubblica di Perugia e al Prefetto di garantire adeguate indagini, affinché si chiarisca la dinamica dell’incidente e si individuino i responsabili”. Stando ai primi rilievi dei Nas, a quanto era trapelato dagli stessi uffici della Giostra, non  sarebbero state riscontrate responsabilità in capo alla organizzazione. Ma la Lav vuole vederci chiaro fino in fondo e da qui l’appello alla procura e al prefetto.
La polemica non si ferma alla Giostra della Quintana ma riguarda anche tutti i pali e gli spettacoli che utilizzano animali. Più volte anche l'associazione U.N.A. di Foligno ha protestato contro l'arrivo in città di circhi con animali o per fermare lo svolgimento di manifestazioni come il Palio di San Rocco o I Giochi delle Porte di Gualdo Tadino.
Intanto è attesa per sabato sera, in concomitanza con lo svolgimento della gara, una dimostrazione pacifica per sensibilizzare la cittadinanza riguardo lo sfruttamento degli animali in questo tipo di competizioni. (M.A.Ba.)
© riproduzione riservata
 

share

Commenti

Stampa