Primi d'Italia, grande successo per il “DifferenziaTUr”

Primi d'Italia, grande successo per il “DifferenziaTUr”

share

Grande affluenza di pubblico al Differenziatur; l’iniziativa di VUS, Regione, Comune, Ati e Anci, in collaborazione con Novamont, per promuovere la pratica della raccolta differenziata. Per quattro giorni, all’interno del gonfiabile della Regione dell’Umbria, cuochi professionisti e cuochi improvvisati si sono alternati per proporre una ricetta e mostrare nel corso della preparazione come differenziare i rifiuti. I risultati sono stati eccellenti, sia per le attività di promozione che per i quantitativi di rifiuti differenziati raccolti. Nell’ambito de “I Primi d’Italia”, anche quest’anno, infatti, si è confermata l’ottima performance dello scorso anno, con anzi un lieve miglioramento. Si è raggiunto il 73.46 % di raccolta differenziata, circa un punto in più dello scorso anno. A fronte di 3.620 kg di organico, 6.080 kg di vetro, 1.180 kg di carta, 300 kg di plastica, i rifiuti indifferenziati sono stati 4.040 kg. Un ringraziamento per questi risultati va senz’altro ad EPTA ed al personale dei Villaggi che ha collaborato con l’organizzazione de “I Primi d’Italia” e con VUS separando accuratamente i tanti rifiuti prodotti, anche nei giorni e nelle ore di maggiore affluenza, nei quali i ritmi e i carichi di lavoro sono stati particolarmente impegnativi.
Questi risultati testimoniano la crescente sensibilità nei confronti della raccolta differenziata, manifestatasi anche nel corso degli incontri realizzati all’interno del gonfiabile della Regione dell’Umbria, il DifferenziaTUr. I vari personaggi e i cuochi che hanno mostrato come preparare una ricetta si sono rivelati ottimi differenziatori; ma anche il numeroso pubblico intervenuto ha mostrato grande interesse all’argomento e ha apprezzato la modalità che è stata scelta per affrontare questo argomento: leggera, ma con una forte attenzione alla dimostrazione pratica. Far vedere direttamente mentre si cucina dove buttare i vari imballaggi o i resti alimentari, con la giusta organizzazione degli spazi e dei contenitori, si è rivelata una modalità utile ed efficace per promuovere comportamenti corretti.
Le esibizioni degli “ecochef” hanno consentito la proclamazione della ricetta più salutista, il centrifugato di frutta e verdura di Ivan Pizzoni, della ricetta più riciclona, la pappa al pomodoro di Marco Gubbiotti, della ricetta più popolare, gli spaghetti integrali alle zucchine e pesto di Anna Moroni, della ricetta più tipica del territorio, i rigatoni all’amatriciana, di Marco Caprai, di quella più  filosofica, il riso acquerello di Maurizio Pescari, di quella più  educativa, l’orzotto della buona compagnia di Mariolina Frigeri.
Ampio spazio nel DifferenziaTUr ha avuto inoltre la sensibilizzazione delle nuove generazioni: grazie allo spettacolo di Celli “Voglio vivere in un mondo di plastica”, le classi che vi hanno partecipato hanno avuto modo di riflettere sui nostri modelli di consumo; le storie divertenti ed ironiche raccontate e rappresentate hanno divertito e puntato l’attenzione su molti nostri futili e illusori desideri che non ci danno felicità e producono montagne di rifiuti. Il draghetto ecologico Gettulio, mascotte di VUS, ha poi incantato i bambini con la sua storia sulla raccolta differenziata.

share

Commenti

Stampa