Il premio letterario FulgineaMente a Roberta Salvati e Veronica Fermani - Tuttoggi

Il premio letterario FulgineaMente a Roberta Salvati e Veronica Fermani

Redazione

Il premio letterario FulgineaMente a Roberta Salvati e Veronica Fermani

A Foligno la premiazione del concorso Fulgineamente, all'interno del progetto Young power | Vincitore scelto da una giuria popolare di 90 giovani
Mar, 12/12/2017 - 21:37

Condividi su:


Sabato  9 dicembre, presso la Sala Rossa di Palazzo Trinci, si è svolta la cerimonia di premiazione del concorso letterario FulgineaMente. Il concorso  è inserito  nel progetto “Young power”, finanziato dalla Regione Umbria nell’ambito delle proposte progettuali a favore dei giovani, in attuazione dell’Intesa sulle politiche giovanile denominata“Aggregazione, protagonismo, creatività” (DGR 1360 del 23/11/2015). La cerimonia ha visto la presenza di alcune autorità del Comune e della Regione che hanno portato il loro saluto: il vice sindaco e assessore alla scuola e all’istruzione, Rita Barbetti, e la Presidente dell’assemblea legislativa della Regione Umbria, Donatella Porzi.

L’accesso al concorso era riservato a giovani autori umbri che avessero pubblicato le loro opere nel biennio 2015-2016. Una giuria tecnica aveva in precedenza selezionato la terna dei finalisti, che erano risultati: Arianna Ciancaleoni, con “Il lavoro perfetto; Roberta Salvati e Veronica Fermani, con “Tu con me”; Alessandra Squarta, con “A un passo dal mondo, lontano dal cuore”. Una giuria popolare di 90 giovani lettori, prevalentemente studenti delle scuole superiori, ha scelto il libro vincitore. La giuria è stata presieduta dal Tommaso Giartosio, scrittore  e conduttore del programma di Rai Radio 3 Fahrenheit.

In apertura della cerimonia Ivana Donati, presidente di FulgineaMente, e Claudio Stella, direttore del periodico Chiaroscuro (le due associazioni che, insieme a Multiverso Coworking, hanno organizzato l’iniziativa) hanno illustrato le finalità del progetto Young power e il regolamento del concorso. Successivamente, dopo il saluto delle autorità, la cerimonia è entrata nel vivo: Ivan Petrini, collaboratore di Chiaroscuro, ha intervistato le tre finaliste, Ludovico Stella e Andrea Eleuteri hanno  letto brani delle loro opere, il tutto intervallato da bellissimi momenti musicali: la Fuccelli Fisarmony, diretta dal Maestro Roberto Fuccelli, si è esibita in due brani tratti dal Guglielmo Tell e dalla Gazza ladra di Rossini; Anna Calderini, accompagnata al basso da Leonardo Giuntini, ha cantato Over the Rainbow e Imagine. Infine la danza con l’interpretazione di Teresa Rospetta “Chiusa parentesi”,  azione coreografica a cura di Teresa Rospetta,  musica di G.F. Händel e parole di C. Bukowsky.

 Dopo l’intervento di Tommaso Giartosio, che è intervenuto ironicamente sul  tema “Come vincere un premio letterario” ed ha conversato con le giovani finaliste, c’è stata la proclamazione dell’opera vincitrice, che è risultata “Tu con me”, di Roberta Salvati e Veronica Fermani. Il testo costituisce un’emozionante testimonianza della drammatica esperienza vissuta dall’autrice, quella della malattia che ha colpito contemporaneamente Roberta Salvati e sua madre. Ma nel raccontare la vicenda, conclusasi felicemente per Roberta ma tragicamente per sua madre, l’autrice ha voluto in realtà celebrare la voglia di vivere e di lottare, l’energia vitale con cui le due donne hanno affrontato la malattia. Il libro è un bellissimo inno alla vita e costituisce una preziosa fonte di speranza per tutti coloro che si trovano a vivere un’esperienza analoga. Ma è anche un monito dolce e vigoroso per chi tale problema non ha mai dovuto affrontarlo: l’invito a godere di tutto ciò che la vita può offrirci, a “mordere” la vita con energia ed entusiasmo.

Dunque, tanti complimenti a Roberta Salvati e Veronica Fermani, ma anche ad Arianna Ciancaleoni, Alessandra Squarta e a tutti gli altri autori che hanno partecipato al concorso, dimostrando la grande vitalità culturale della nostra regione. Naturalmente, un plauso va a Ivana Donati, vero motore dell’iniziativa, e a tutti coloro che hanno contribuito ad organizzarla. Con l’auspicio che l’evento possa diventare un appuntamento fisso per i prossimi anni. Conduttrice della bella serata Manuela Marinageli.

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!