Piano rifiuti, l'Autorità umbra a fianco della Regione

Piano rifiuti, l’Autorità umbra a fiaco della Regione

Redazione

Piano rifiuti, l’Autorità umbra a fiaco della Regione

Sab, 13/03/2021 - 11:28

Condividi su:


Piano rifiuti, l’Autorità umbra a fiaco della Regione

Nei prossimi giorni il presidente Ruggiano e la dirigenza incontreranno l’assessore Morroni "Le sfide che ci attendono riguardano i prossimi cinquant’anni

Alla presenza di una foltissima rappresentanza di sindaci umbri, mercoledì 10 marzo si è tenuta l’assemblea dell’Auri (Autorità umbra per rifiuti e idrico). Sotto la guida del presidente Antonino Ruggiano, sindaco di Todi, i sindaci hanno affrontato un dibattito molto complesso che ha riguardato, oltre ai punti all’ordine del giorno, anche temi generali come il nuovo Piano regionale dei rifiuti e il nuovo Piano di ambito che dovrebbe essere approvato, prossimamente, proprio dall’Autorità di regolamentazione.

La risposta dei sindaci dell’Umbria, compatta e univoca, ha affidato al presidente e al Consiglio direttivo il preciso mandato di confrontarsi con la Regione Umbria la quale ha, proprio di recente, approvato, ai sensi del Decreto legislativo n. 152 del 3 aprile 2006 e del Titolo II della Legge regionale 12/2010, il documento preliminare di piano e del rapporto preliminare ambientale ai fini dell’avvio della fase di consultazione preliminare all’attività di elaborazione del piano.

“Come spiegato dalla Regione Umbria, con la presidente Tesei e l’assessore Morroni – ricordano da Auri –, al momento sono stati analizzati diversi scenari sui quali il Consiglio regionale dovrà prendere le sue decisioni alla fine della prossima fase di partecipazione. I sindaci dell’Umbria, riuniti nella Assemblea Auri, hanno manifestato la ferma volontà di essere presenti al tavolo delle decisioni, per il futuro della regione, essendo consapevoli della fondamentale importanza del loro rapporto diretto con i cittadini”.

“Le sfide che ci attendono – commentano dall’Autorità – non riguardano solamente l’amministrazione del quotidiano, ma dovranno porre le basi per la politica ambientale dei prossimi cinquant’anni. Un impegno gravoso, per il quale ognuno dovrà fare la propria parte, secondo le rispettive competenze”.

Particolarmente apprezzati sono stati gli interventi del vicepresidente Giacomo Chiodini, sindaco di Magione, di Moreno Landrini, sindaco di Spello e vicepresidente di Anci regionale, di Bernardino Sperandio, sindaco di Trevi, di Annarita Falsacappa, sindaco di Bevagna, e dell’assessore Fratellini, in rappresentanza del Comune di Bastia.

Nei prossimi giorni, il presidente Ruggiano, insieme ai dirigenti Rossi e Rossignoli, darà corso al mandato ricevuto e avrà un incontro presso la Regione Umbria, grazie alla disponibilità dell’assessorato retto da Roberto Morroni.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!