Luce e gas: quali opportunità di risparmio con il mercato libero - Tuttoggi

Luce e gas: quali opportunità di risparmio con il mercato libero

Redazione

Luce e gas: quali opportunità di risparmio con il mercato libero

Sab, 04/12/2021 - 18:20

Condividi su:


Per risparmiare sulle bollette energetiche grazie al mercato libero è possibile scegliere tra diverse possibilità

Nel 2020 ARERA ha registrato la presenza del 54,3% dei clienti domestici nel mercato libero dell’energia per le forniture elettriche, con un incremento di 5 punti percentuali rispetto al 2019, quando gli utenti erano il 49,3%. Per quanto riguarda, invece, le forniture di gas, il 60% dei clienti domestici ha un servizio attivo nel mercato libero, in aumento in confronto al 55,9% del 2019.

Le motivazioni che stanno determinando il graduale passaggio al mercato libero sono molteplici. Senza dubbio, influisce la crescente attenzione delle famiglie italiane per la sostenibilità, un’esigenza che è possibile soddisfare grazie alla presenza di compagnie che propongono energia ricavata da fonti rinnovabili.

Inoltre, rispetto al servizio di maggior tutela è possibile beneficiare di diversi servizi aggiuntivi, compresi nelle offerte per le forniture di luce e gas. Optare per una gestione più smart delle utenze, significa orientarsi verso quelle compagnie che consentono di tenere sotto controllo ogni aspetto del servizio grazie alle risorse digitali.

In ogni caso, al giorno d’oggi è ancora la ricerca di maggiore risparmio a orientare maggiormente verso il mercato libero. Del resto, la scelta di offerte luce e gas è davvero ampia, considerando che secondo i dati di ARERA nel mercato libero sono attivi 739 operatori per l’energia elettrica e 468 venditori per il gas.

Allo stesso tempo, per risparmiare sulle utenze domestiche è importante scegliere la tariffa gas e luce giusta, individuando non solo una fornitura con un prezzo conveniente ma anche in grado di soddisfare perfettamente al proprio fabbisogno energetico.

Come risparmiare su luce e gas grazie al mercato libero

Per risparmiare sulle bollette energetiche grazie al mercato libero è possibile scegliere tra diverse possibilità.

Innanzitutto, è possibile ridurre i costi optando per unico fornitore energetico per entrambe le utenze domestiche, dato che le soluzioni dual fuel generalmente presentano prezzi più convenienti rispetto alla stipula di contratti separati per l’energia elettrica e il gas.

In quest’ambito, spiccano per esempio i prodotti Next Energy, le tariffe luce e gas di Sorgenia attivabili e gestibili in modo 100% digitale, un’opzione che consente di massimizzare ulteriormente il risparmio grazie alla domiciliazione bancaria delle bollette.

Oltre alla possibilità di sottoscrivere tariffe luce e gas con lo stesso fornitore, è interessante notare come sul mercato libero per ridurre i costi in bolletta sia possibile usufruire di particolari benefit, tra cui sconti addizionali sulle utenze in determinate circostanze, come nel caso in cui si invitino amici e familiari ad aderire alle proposte della propria compagnia energetica.

Infine, è importante ricordare come, rispetto al servizio di maggior tutela, il mercato libero consenta di puntare sulle forniture verdi derivate da fonti rinnovabili, che non permettono soltanto di salvaguardare l’ambiente ma anche di beneficiare di un risparmio sui costi in bolletta.

Perché si risparmia con le forniture da energie rinnovabili?

Passare a una fornitura da energie verdi non è solo una scelta di coscienza ambientale, per ridurre il carbon footprint diminuendo le emissioni di gas serra generate dall’abitazione.

Le energie pulite consentono anche di risparmiare e tutelarsi dalle variazioni del prezzo del greggio, una materia prima più esposta alla speculazione sui mercati internazionali. D’altronde, un aumento del petrolio causa ripercussioni su tutte le fonti fossili, tra cui il gas metano, il carbone e il gasolio.

Secondo uno studio realizzato da IRENA, l’Agenzia internazionale per le energie rinnovabili il cui scopo è la promozione della transizione energetica, il costo della produzione di energia da fonti verdi si è ridotto costantemente negli ultimi anni. In particolare, già nel 2019 le spese di produzione di energia dalle rinnovabili sono state più basse rispetto agli impianti che utilizzano il carbone, un sorpasso storico che rilancia la convenienza delle energie sostenibili.

In base all’indagine, dal 2010 al 2019 i costi di produzione del fotovoltaico sono calati di oltre l’82%, quelli dell’eolico a terra del 40% e dell’eolico off-shore del 29%. Il vantaggio competitivo delle rinnovabili aumenta abbinando una fornitura green con un impianto fotovoltaico per l’autoconsumo, per ridurre il prelievo dalla rete e incrementare l’autonomia energetica.

Le previsioni indicano un ulteriore abbassamento dei costi per le rinnovabili nei prossimi anni, con la prospettiva che la rivoluzione verde possa offrire benefici in termini di risparmio economico e di CO2.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!