Incendio Biondi Recuperi, gli aggiornamenti sull’inquinamento dell’aria

Incendio Biondi Recuperi, gli aggiornamenti sull’inquinamento dell’aria

Usl Umbria 1 conferma il sostanziale ritorno alla normalità dei parametri di inquinamento atmosferico, in alcuni casi con valori anche al di sotto dei limiti di rilevabilità


share

Facendo seguito alle precedenti comunicazioni e grazie ai dati di monitoraggio ambientale forniti da ARPA, il Dipartimento di Prevenzione della USL Umbria 1  conferma il sostanziale ritorno alla normalità dei parametri di inquinamento atmosferico (PM10, PCB e Diossine, IPA, Benzene, Metalli), in alcuni casi con valori anche al di sotto dei limiti di rilevabilità, dell’area di Ponte San Giovanni interessata dall’incendio dello scorso 10 marzo.

In via cautelativa e in attesa dei riscontri sulle matrici alimentari campionate, nell’area in questione restano attive le misure di prevenzione di cui alla ordinanza sindacale del 13/3/2019 n. 253, di cui si comunica estratto:  a) consumo di prodotti alimentari coltivati solo dopo accurato lavaggio con acqua associato a strofinazione delle superfici e, ove possibile, alla rimozione del rivestimento superficiale mediante spellatura o sbucciatura;  b) divieto di consumo dei prodotti coltivati nell’area individuata, da parte dei soggetti più a rischio, come bambini, donne in gravidanza e in allattamento;  c) divieto di raccolta e consumo di funghi epigei spontanei;  d) divieto di pascolo e razzolamento degli animali da cortile; e. divieto di utilizzo dei foraggi e cereali destinati agli animali, raccolti nell’area interessata dall’incendio.


Incendio alla Biondi Recuperi, tutti gli articoli


Per eventuali ulteriori informazioni i servizi del Dipartimento di Prevenzione restano a disposizione anche attraverso i centralini aziendali.

share

Commenti

Stampa