Immigrazione, l'epopea di un profugo a Perugia dalla Protezione civile a un Cie - Tuttoggi

Immigrazione, l'epopea di un profugo a Perugia dalla Protezione civile a un Cie

Redazione

Immigrazione, l'epopea di un profugo a Perugia dalla Protezione civile a un Cie

Dom, 01/04/2012 - 20:40

Condividi su:


Qualcosa non ha evidentemente funzionato nella vicenda di M.W., profugo tunisino accolto a Perugia, finito dall'ala protettiva della protezione civile al carcere di Capanne, a un Cie dal quale verrà rimpatriato i prossimi giorni.

La storia del 29enne tunisino scarcerato ieri e accompagnato in un Cie racconta di come a volte si possano inceppare gli ingranaggi dell'accoglienza e dell'integrazione nel capoluogo umbro.

Il giovane è arrivato lo scorso anno in Italia ed è stato assistito dalla Protezione Civile nel programma nazionale di emergenza umanitaria, affidato alla Regione Umbria. Insieme ad altri profughi è stato alloggiato per alcuni mesi nei locali delle associazioni di volontariato in provincia di Perugia.

Un limbo dove è rimasto per qualche tempo, fino a quando non è arrivato il permesso di soggiorno e si è allontanato dagli alloggi in cerca di qualche attività. Le tracce di M.W. si sono avute a maggio scorso, quando è stato identificato durante un controllo nella zona della Stazione Fontivegge e poi di nuovo poco tempo dopo in zona Ex Piselli, a Madonna Alta, dove la Questura ha scoperto che aveva preso dimora in uno stabile abbandonato.

Dalla vita precaria in strada, priva di qualsiasi integrazione, al passo della droga: in autunno il giovane è stato sorpreso a Ponte Felcino mentre cedeva stupefacenti ad una tossicodipendente agli arresti domiciliari. Arrestato per spaccio, è finito nel carcere di Capanne.

Qui M.W. è rimasto fino a ieri, quando è stato scarcerato, per essere accompagnato all’Ufficio Immigrazione della Questura che gli ha revocato il soggiorno e notificato il provvedimento di espulsione dal Territorio Nazionale. La storia di M.W. in Italia ha così avuto il suo epilogo ieri pomeriggio, quando è stato scortato ad un Cie da dove verrà rimpatriato nei prossimi giorni .

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!