"FOLIGNO NON E' IL BRONX E NON LO DIVENTERA'", L'ASSOCIAZIONE INNAMORATI DEL CENTRO INFORMA - Tuttoggi

“FOLIGNO NON E' IL BRONX E NON LO DIVENTERA'”, L'ASSOCIAZIONE INNAMORATI DEL CENTRO INFORMA

Redazione

“FOLIGNO NON E' IL BRONX E NON LO DIVENTERA'”, L'ASSOCIAZIONE INNAMORATI DEL CENTRO INFORMA

Mer, 02/04/2008 - 07:00

Condividi su:


di Tiziana Ferrieri

I vigilantes in centro a Foligno ci saranno, il contratto è stato firmato per un anno. I 140 iscritti all'associazione culturale “Innamorati del Centro” hanno redatto il cartaceo in questi giorni. L'associazione ha convocato la stampa per sottolineare i motivi di tale decisione presa in merito alla sicurezza dei commercianti del centro storico di Foligno. “Devo fare le scuse al sindaco Marini per non averlo avvisato dell'iniziativa dei vigilantes, con gli associati non credevamo di far scaturire una così forte reazione – afferma Cristiana Mariani, presidente dell'associazione – è anche vero, però, che se qualunque commerciante privato paga di tasca propria una guardia giurata, di solito non avvisa le autorità – continua Mariani – vogliamo precisare che Foligno non è il Bronx, ma le commesse in questo periodo sono spaventate al pensiero di chiudere l'attività della giornata con l'incasso in mano. L'idea è venuta, in primis, da parte di questa azienda privata di controllo che ha contattato alcuni nostri associati, i quali hanno proposto l'iniziativa a tutti gli altri che l'hanno accettata immediatamente – la presidente Mariani aggiunge – noi non abbiamo nessun tipo di schieramento politico e non è nostra intenzione sostituirci all'amministrazione locale – e chiosa, in accordo con gli associati presenti – sappiamo che sarà istituito un bando di concorso per i Vigili Urbani, ma la burocrazia ha sempre dei tempi molto lunghi”. Alla conferenza erano presenti, tenutasi nel pomeriggio di ieri in piazza della Repubblica, Cleto Azzarelli, Fabiana Mela, Jessica Piantoni, Novello Bizzarri, Moreno Bonci, Marco Ferrata, Alessandra Casciola, Giovanni Masciolini, Alfredo Molendi. Cristiana Mariani e i presenti hanno voluto chiarire “se qualcuno ha accennato a possibili discrepanze con le altre associazioni di categoria, mi riferisco a Doni, Amoni e Bianchini, non ce n'è ragione e alcun motivo, ogni commerciante si comporta e prende le iniziative che ritiene utili per la propria attività”. Le guardie giurate gireranno per la città negli orari di chiusura delle attività, vale a dire nella pausa pranzo e dopo la chiusura fino a mezzanotte.


Condividi su:


Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!