Fertility Room Assisi, dopo il clamore arriva lo "spiegone" di TATA - Tuttoggi

Fertility Room Assisi, dopo il clamore arriva lo “spiegone” di TATA

Carlo Vantaggioli

Fertility Room Assisi, dopo il clamore arriva lo “spiegone” di TATA

Il Tavolo Assist Turismo Assisi, "la sa lunga" e la spiega senza "timore" a popolo e stampa | "Noi indipendenti da Istituzioni"
Lun, 21/11/2016 - 21:06

Condividi su:


Fertility Room Assisi, dopo il clamore arriva lo “spiegone” di TATA

Poi, dice che uno… Il Tavolo Assist Turismo Assisi, che chiameremo per brevità TATA, non pago del caos primordiale scatenato al grido di “Fate un figlio ad Assisi, vi rimborsiamo la notte in albergo”, partorisce a tempo di record uno “spiegone” di grande effetto e patinatura, per riaffermare in sostanza la bontà della propria iniziativa socio-commercial-sentimentale.

TATA, non fa l’indiana, e non si nasconde dietro a un dito. E nemmeno dietro al Sacro Convento se è per questo. Anzi lo spiegone arricchisce di interessanti news la partenogenesi prematura che come si potrà ora leggere è frutto di un Brain Storming (tradotto letteralmente, tempesta del cervello…e come dubitarne del resto! ).

Dopo l’uragano sinaptico si è costituito il Tavolo dei 12, sorta di Tavola Rotonda medievale senza Re Artù e con Mago Merlino intento a studiar pozioni per aumentare la fertilità. Si apprende anche che i pretendenti al Tavolo furono in origine 40, ma forse il censo o forse il fatto che molti confondevano la fertilità con il fertilizzante, ha obbligato ad una decimazione degli stessi lasciandone ben 28 al rango di Servi della Gleba.

Spiega TATA, che la Tavola Rotonda è indipendente dalle Istituzioni, anche se allo stesso siedono come osservatori due esperti in materia turistico-ricettiva, inviati dall’Assessore alla Cultura e Turismo, “Sir” Eugenio Guarducci. Tanto lui il Tavolo ce l’ha del suo ed è notoriamente ovale come la sala del ben noto Commander in Chief.

Quelle stesse Istituzioni (Il Sindaco Stefania Proietti, la Regione, il Vescovo Mons. Domenico Sorrentino), che dopo nemmeno 24 ore dalla partorienza si sono affrettati a dire che loro non erano né padre né madre della faccenda. Così il progetto Fertility Room, figlio unico della provvidenza o magari della bacchetta di Mago Merlino, ha visto la luce al freddo e al gelo senza bue e asinello, ma con il voto entusiasta  “all’unanimità” di 11 aventi diritto.

Ora uno si domanda, “e il dodicesimo?… “. Già il dodicesimo, chi diamine sarà mai e perchè non ha votato? Assente giustificato? O Cavaliere affetto da priapismo che pretendeva lo Ius Primae Noctis? Mah, saperlo!

Ma TATA non si arrende facilmente e perchè nessuno ironizzi sulla Fertility Room orfana di padre e madre, arriva a teorizzare una teoria economica fondativa di grande effetto, “analisi e sviluppo di progetti ed idee finalizzate alla valorizzazione della città e di tutto il territorio, nella consapevolezza di vivere in un luogo dal grandissimo valore storico, artistico, culturale e spirituale, che riteniamo debba permeare anche la vita quotidiana ed essere vissuto appieno da chi lo sceglie come meta del suo viaggio”.

Traslato il tutto a Fertility Room, premesso che nella città di San Francesco si vive immersi nella spiritualità e nella cultura, nelle bellezze paesaggistiche ed artistiche, se ne deduce che normalmente ad Assisi si fa anche all’amore tutte le notti e con risultati strabilianti in termini di nascite. Chi viene a dormire ad Assisi quindi non può fare a meno di vivere le stesse dinamiche, grazie alle tecniche sopraffine di TATA, immergendosi nello stesso brodo primordiale. E se ci scappa la fecondazione, nessun problema. La notte è rimborsata, non si sa se con colazione inclusa o no. Ma tanto a quel punto…

E al grido di “ce senti cerqua”, arriva anche lo spiegone dei mezzi messi in campo: trattasi della temibile CRM (Customer Relationship Management)” unita alla “comunicazione informativa istituzionale”, ai discorsi di premialità” e ai sorprendenti Benefits” per gli operatori turistici”. Uno “sfracello” già così.

Ma non basta! Ed eccoti la vera bomba, quella che scoppia e rimbomba. L’efficace “politica di comunicazione attraverso gli strumenti di marketing mix”.

E non ce n’è più per nessuno!

E al fin della licenza, come direbbe Cyrano, TATA non trascura un cenno alla delicata situazione regionale post-terremoto e azzarda la seguente dinamica, “Ci è ben chiaro, inoltre, che il tema emergenziale che tocca la nostra Regione, sia in maniera diretta che indiretta, richiede, da parte di noi tutti, un impegno e attenzione straordinaria volta ad alleggerire il più possibile il disagio di cittadini e imprese, nella speranza di superare insieme, il prima possibile, questa delicata fase”.

Ecco, ora è tutto più chiaro. Lo aveva capito senza tentennamenti uno dei soliti buontemponi su Facebook che con una buona dose di realismo aveva scritto, “In Umbria non si trema si Tro…a”.

Per gli amanti del brivido ecco la nota integrale di TATA:

A seguito dell’intenso interesse che si è susseguito sugli organi di informazione locale, nazionale ed internazionale relativamente alla proposta Fertility Room, nata dopo un brain storming partecipato tra numerosi attori dell’offerta turistica e commerciale assisiate ed elaborata nell’ambito del tavolo Assist Turismo si precisa quanto segue:

Assist Turismo è un tavolo di lavoro indipendente dall’ambito istituzionale, la cui nascita è stata stimolata dall’Assessorato alla Cultura e Turismo della città di Assisi e rappresentativo del mondo dell’ospitalità, delle agenzie di viaggio, delle guide, delle proloco e delle associazioni di categoria; al tavolo partecipano, come osservatori esterni, anche due consiglieri comunali, esperti in materia turistico-ricettiva, invitati dall’Assessore alla Cultura e Turismo. L’individuazione dei 12  membri del tavolo Assist Turismo è avvenuta attraverso una serie di incontri aperti a tutti i protagonisti del tessuto economico afferente al comparto turismo e fortemente partecipati, che hanno inizialmente visto la candidatura spontanea  di almeno 40  persone; la scelta condivisa dei 12 nominativi è avvenuta successivamente in base alle competenze ed alla rappresentanza delle varie tipologie di accoglienza;

Assist Turismo è un’occasione per svolgere un lavoro di analisi e di sviluppo di progetti ed idee finalizzate alla valorizzazione della città e di tutto il territorio, nella consapevolezza di vivere in un luogo dal grandissimo valore storico, artistico, culturale e spirituale, che riteniamo debba permeare anche la vita quotidiana ed essere vissuto appieno da chi lo sceglie come meta del suo viaggio. Il risultato di questo lavoro sarà di volta in volta messo a disposizione dell’amministrazione comunale o elaborato esternamente, come nel caso di Fertility Room, che ha avuto l’approvazione all’unanimità degli 11 componenti presenti alla prima riunione del Tavolo Assist Turismo;

Assist Turismo ha deliberato linee guida da proporre all’amministrazione, quali:
un’attenta profilazione della domanda turistica sulla destinazione Assisi attraverso tecniche di CRM (Customer Relationship Management).
la necessità di individuare gli attori della domanda turistica organizzata di gruppo che includono la città di Assisi, tra le mete di destinazione, onde poter mettere in atto una comunicazione informativa istituzionale anche legata a discorsi di premialità, offrendo specifici benefits per quegli operatori che incrementeranno flussi turistici
un’armonizzazione ed una più efficace politica di comunicazione di eventi già esistenti attraverso strumenti di marketing mix
l’implementazione degli eventi con la pianificazione di un calendario annuale, che raggruppi sia gli eventi legati prettamente al settore turistico, congressuale, sportivo e del wedding, che gli eventi culturali.

Alla proposta Fertility Room hanno  aderito i rappresentanti delle strutture ricettive presenti al Tavolo Assist Turismo, che da subito hanno avvertito l’esigenza di estendere la possibile adesione a tutti gli altri operatori del comprensorio, come dimostrato dal primo comunicato stampa di lancio, dove veniva segnalata la email per aderire (info@fertilityroom.it) tutt’ora disponibile a nuove adesioni.
La folta e qualificata rassegna stampa raccolta, sia a livello nazionale che internazionale,  dimostra  come l’obiettivo di parlare di amore per la vita e di natalità legata ai valori che Assisi esprime, da sempre, sia stato centrato.
Consapevoli dell’importanza e del ruolo che potrà rivestire il Tavolo Assist Turismo, siamo convinti che ulteriori innesti di progettualità, provenienti anche da soggetti esterni che si possono sentire al tempo stesso rappresentati e coinvolti da questo nuovo metodo e strumento di lavoro, possa contribuire positivamente al rafforzamento dell’immagine di Assisi.
Ci è ben chiaro, inoltre, che il tema emergenziale che tocca la nostra Regione, sia in maniera diretta che indiretta, richiede, da parte di noi tutti, un impegno e attenzione straordinaria volta ad alleggerire il più possibile il disagio di cittadini ed imprese, nella speranza di superare insieme,  il prima possibile, questa delicata fase.

Riproduzione riservata


Condividi su:


Aggiungi un commento