Elezioni Quintanare: date e modalità del rinnovo dei consigli rionali e dell'Ente Giostra - Tuttoggi

Elezioni Quintanare: date e modalità del rinnovo dei consigli rionali e dell’Ente Giostra

Claudio Bianchini

Elezioni Quintanare: date e modalità del rinnovo dei consigli rionali e dell’Ente Giostra

Priori, ecco chi lascia e chi va verso la riconferma | Grandi manovre per Palazzo Candiotti
Lun, 05/11/2018 - 12:56

Condividi su:


Elezioni Quintanare: date e modalità del rinnovo dei consigli rionali e dell’Ente Giostra

Scatta il conto alla rovescia per le elezioni quintanare che dovranno portare al rinnovo dei dieci consigli rionali e dell’Ente Giostra: le date sono state ufficialmente fissate, rispettivamente, per il 18 novembre e per il 25 gennaio proprio dopo la solennità del Patrono San Feliciano.

A stabilire le date, la stessa Commissione Elettorale che si è insediata a Palazzo Candiotti, presieduta da Sandro Ridolfi e composta da: Roberto Castellani, Francesco Augusto De Matteis, Luigi Romagnoli, Emanuele Guerrini e Marco Baldassarri.

A questo punto, le commissioni elettorali rionali dovranno accogliere le candidature per l’elezione a consiglieri rionali, e quindi saranno ratificate le validità degli elenchi dei soci.

Il sistema elettorale non è ad elezione diretta del priore, che sarà quindi scelto, insieme a vicepriore, segretario ed economo dai consigli rionali. Tra l’altro, non è affatto detto che il più votato ricopra il ruolo di priore, così come che i più votati vadano a ricoprire i ruoli del direttivo.

Ogni rione allestirà il seggio all’interno della propria sede o taverna chiamando a raccolta gli aventi diritto. I nomi degli aspiranti si conosceranno entro il 13 novembre, termine massimo per la presentazione della candidature. Entro dieci giorni dal voto, si insedieranno i nuovi consigli rionali con relativa procedura di accettazione delle cariche.

Diverso invece il discorso per il rinnovo di Palazzo Candiotti: entro e non oltre il 18 gennaio dovranno essere presentate le richieste di candidatura. Le elezioni in questo caso si svolgeranno presso i locali del Centro di Selezione e Reclutamento Nazionale dell’Esercito con i 150 aventi diritto, ovvero i 15 neo consiglieri di ciascuna contrada.

E se nella precedente tornata elettorale di quattro anni fa, la figura del presidente Domenico Metelli era stata particolarmente osteggiata, tanto da lasciare tutti col fiato sospeso sino alle ultime ore, ad oggi sembra che sia sostanzialmente destinato a succedere nuovamente a se stesso.

Difficile invece ipotizzare un ‘toto priori’ senza dubbio più semplice azzardare qualche riconferma.

Su tutti quella di Fabio Serafini al rione Cassero che ha vinto due quintane su due; così come quella di Andrea Ponti al Croce Bianca.

A lasciare saranno invece: Stefano Mattioli del rione Pugilli; Francesco Felicioni del rione Contrastanga; Alessio Castellano del rione Spada; Marco Terzarede del rione Giotti dove tutto sarebbe pronto per il ritorno di Alfredo Doni; lascia anche Alessio Albani del rione La Mora e lo storico nonchè vittorioso Raoul Baldaccini al Badia.

Occhi puntati sul rione Morlupo, dove, ad insidiare la riconferma della propria Elisabetta Maggi Leoncilli Massi, è pronta a scendere in campo una cordata alternativa.
All’Ammaniti dovrebbe invece tramontare la lunga era Fiordiponti, con l’addio dello storico leader.

(modificato h 16,21)

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!