Discussione sul decreto sisma, alla Camera solo 6 deputati | Alemanno insorge - Tuttoggi

Discussione sul decreto sisma, alla Camera solo 6 deputati | Alemanno insorge

Redazione

Discussione sul decreto sisma, alla Camera solo 6 deputati | Alemanno insorge

Il sindaco di Norcia: "La politica che deve prendersi la responsabilità della scelta se ricostruire oppure no il Centro Italia"
Mar, 26/11/2019 - 14:21

Condividi su:


C’è una foto – postata dal deputato del Pd Filippo Sensi – che da ieri sta facendo il giro del web, suscitando un vespaio di polemiche soprattutto nell’area del cratere del terremoto del 2016. E’ quella che immortala l’aula di Montecitorio, dove la Camera dei deputati ieri mattina era convocata per iniziare a discutere della conversione in legge del decreto sisma, praticamente vuota: appena 6 onorevoli presenti su 630; una decina un paio di ore dopo.

Tra chi interviene su questa brutta pagina di politica nazionale c’è anche il sindaco di Norcia, Nicola Alemanno.

Ho appena terminato di leggere il testo che dalla Commissione è stato inviato all’Aula per la conversione del nuovo Dl sisma Centro Italia. Molte le aspettative che avevamo riposto per l’accelerazione della ricostruzione.

Rispetto a tutte le istanze urgenti e irrinunciabili che in questi mesi di intenso lavoro abbiamo, come ANCI, riproposto anche a questo Governo, dobbiamo purtroppo rilevare che molte di queste non sono state adeguatamente assunte nel testo ancora oggi in discussione. Il tema della sagoma, quello del personale, della ZES (zona economica speciale per il sostegno a famiglie e imprese) sono solo alcuni dei temi in merito ai quali il testo continua ad essere deludente.

Purtroppo lo spettacolo offerto ieri dall’aula di Montecitorio vuota non infonde fiducia nella conclusione dei lavori. Non c’è più tempo! I burocrati dei ‘palazzi romani’ non possono e non devono averla vinta sulla politica che deve prendersi la responsabilità della scelta se ricostruire oppure no il Centro Italia.

Credo sia giunto il momento che tutti i sindaci e gli amministratori del cratere, che fino ad oggi hanno lavorato attraverso gli organismi delegati, rafforzino la loro azione attraverso un’iniziativa pubblica di grande rilievo”.

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!