Deleghe ex assessore Barberini, giunta decide lo scorporo - Tuttoggi

Deleghe ex assessore Barberini, giunta decide lo scorporo

Redazione

Deleghe ex assessore Barberini, giunta decide lo scorporo

Il nuovo assetto fino a nuove disposizioni | Dalla Regione, "su nomine accordo con Università"
Gio, 18/02/2016 - 15:48

Condividi su:


Deleghe ex assessore Barberini, giunta decide lo scorporo

Il rimpasto di deleghe è fatto. La presidente della Giunta regionale dell’Umbria, Catiuscia Marini, ha infatto firmato questa mattina il decreto con il quale, fino a nuove determinazioni, vengono attribuite le competenze nelle materie già esercitate dal dimissionario assessore Luca Barberini.
In base al decreto presidenziale all’assessore e vice presidente Fabio Paparelli vengono assegnate le competenze nelle materie di politiche e programmi sociali (welfare); politiche familiari, per l’infanzia e per i giovani; politiche immigrazione; cooperazione, associazionismo e volontariato sociale.
All’assessore regionale Antonio Bartolini vengono assegnate le competenze nelle materie di: tutela e promozione della salute; programmazione e organizzazione sanitaria, ivi compresa la gestione del patrimonio immobiliare sanitario; sicurezza sui luoghi di lavoro; sicurezza alimentare.
All’assessore regionale Fernanda Cecchini vengono assegnate le competenze in materia di: rapporti con l’Assemblea legislativa regionale.

L’iter – Per quanto inoltre riguarda le nomine dei direttori generali delle aziende ospedaliere, la Regione Umbria ha precisato in una sua nota che tali nomine sono espressamente disciplinate dall’articolo 11 del Protocollo generale d’intesa fra Regione Umbria ed Università degli Studi di Perugia il quale recita che “il Direttore generale delle Aziende ospedaliero – universitarie è nominato d’intesa con il Rettore dell’Università degli Studi di Perugia, attingendo all’Elenco regionale dei candidati idonei alla nomina di Direttore generale delle aziende e degli enti del Servizio sanitario regionale”, attualmente disciplinato dalle norme transitorie di cui dall’art. 27 del citato Protocollo generale d’intesa.
La procedura prevede, dunque, che all’indomani del deliberato della Giunta regionale con il quale si approvano le nomine dei nuovi direttori generali, la presidente della Giunta regionale acquisisca l’intesa sulle nomine relative ai direttori generali delle aziende ospedaliero-universitarie da parte del Rettore dell’Università degli Studi di Perugia in relazione alla esclusiva valutazione curricolare del candidato. Quindi successivamente la Presidente della Giunta regionale provvede all’emanazione del relativo decreto presidenziale di nomina.


Condividi su:


Aggiungi un commento