Città di Castello, grave un calciatore di 16 anni: il malore in albergo -AGGIORNAMENTI - Tuttoggi

Città di Castello, grave un calciatore di 16 anni: il malore in albergo -AGGIORNAMENTI

Redazione

Città di Castello, grave un calciatore di 16 anni: il malore in albergo -AGGIORNAMENTI

Mer, 17/10/2012 - 13:46

Condividi su:


Città di Castello, grave un calciatore di 16 anni: il malore in albergo -AGGIORNAMENTI

Alessia Chiriatti

Aggiornamento ore 20.30 – La Direzione del Pronto Soccorso Alto Tevere comunica che questa mattina alle 9 circa, un ragazzo minorenne, le cui iniziali sono S.P., residente a Caltanissetta e temporaneamente ospite in un hotel di Città di Castello, è stato accompagnato dal servizio 118 al Pronto Soccorso dell'Ospedale di Città di Castello per comparsa di cefalea, vomito e stato soporoso.

Effettuati i necessari esami di laboratorio e la tac cranica, previa intubazione, alle 10, si è proceduto in emergenza, sempre con il Servizio 118, ad un trasferimento presso l'ospedale di Perugia.


Aggiornamento ore 18.18 – Restano molto gravi le condizioni del giovane calciatore siciliano di 16 anni che questa mattina è stato colto da un malore mentre era in albergo. Il ragazzo è ancora intubato nel reparto di rianimazione dell'ospedale di Perugia. Nel frattempo i suoi genitori lo stanno raggiungendo nel capoluogo umbro.


Ore 13.46 – Sembrano gravi le condizioni del giovane di 16 anni, originario della Sicilia, calciatore, a Città di Castello per un torneo nazionale: ha avuto un malore mentre era in albergo. Dalle prime ricostruzioni sembra che il ragazzo sia stato colpito da una grave emorragia cerebrale. E' adesso ricoverato presso il reparto di rianimazione del nosocomio di Perugia, il Santa Maria della Misericordia, dove è giunto con codice rosso. Le condizioni sono state giudicate gravi dal personale medico del pronto soccorso.

La chiamata è giunta al pronto soccorso tifernate, ma il ragazzo è stato portato direttamente presso l'ospedale di Perugia. E' ora intubato, e i medici stanno valutando se l'emorragia celebrale che l'ha colpito sia dovuta a dei fattori congeniti.

Riproduzione riservata


Condividi su:


Aggiungi un commento