Casi variante Delta, lunedì vertice al Cts | Contagi Covid, bene l'andamento in Umbria

Casi variante Delta, lunedì vertice al Cts | Contagi Covid, bene l’andamento in Umbria

Massimo Sbardella

Casi variante Delta, lunedì vertice al Cts | Contagi Covid, bene l’andamento in Umbria

Gio, 10/06/2021 - 10:22

Condividi su:


In tutti i comprensori nuovi casi sotto quota 50 settimanali per 100 mila abitanti, in Alto Tevere situazione in miglioramento

Variante delta, lunedì incontro con il Comitato tecnico scientifico nazionale per verificare la correttezza delle misure adottate in Umbria, dopo i 5 casi rilevati di quella che comunemente viene chiamata variante indiana. Cinque casi di persone (tra cui un 93enne di Perugia) che non hanno avuto contatti tra loro. E che comunque presentano una sintomatologia lieve.

Covid in Umbria, scende ancora la curva

Quanto all’andamento dei casi Covid in Umbria, il Nucleo epidemiologico mostra una curva ancora in discesa. Con un indice Rt stimato sugli ultimi 7 giorni a 0,72. E un’incidenza settimanale regionale di 16 casi per 100 mila abitanti.

Dati che, valutano gli esperti del Nucleo epidemiologico, non giustifica il rischio di accelerare con le vaccinazioni sui giovani usando anche i prodotti AstraZeneca e Johnson & Johnson, non indicati da protocollo, come invece hanno scelto di fare altre Regioni.

“Giovani umbri, non rischiate
col vaccino AstraZeneca in altre regioni”

I contagi nei territori e nei comuni

In tutti i comprensori l’incidenza è al di sotto dei 50 casi settimanali per 100 mila abitanti. Tranne nell’Alto Tevere, dove è a 60, ma con una discesa notevoli rispetto a 7 giorni fa, quando il livello era 160.

Nell’Alto Chiascio si è a 46, nell’Orvietano a 17, quasi 12 a Narni-Amelia, 11 nell’Assisano, vicino a 11 nello Spoletino e nel Perugino, sotto quota 10 nel Ternano (7), nel Folignate (7), nel Trasimeno (9), nella Media Valle (7). Incidenza a zero in Valnerina.

Anche nei Comuni l’incidenza sopra la soglia critica si ha in soli 3 comuni molto piccoli, dove quindi statisticamente non è rilevante.

Gli isolamenti: ancora in famiglia

Quanto agli isolamenti, questi riguardano ancora principalmente familiari di persone contagiate. Circa un quarto sono poi relativi a persone che provengono da zone rosse all’estero e sono quindi obbligate alla quarantena.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!