Breccia di Porta Pia, un convegno per celebrare i 150 anni - Tuttoggi

Breccia di Porta Pia, un convegno per celebrare i 150 anni

Redazione

Breccia di Porta Pia, un convegno per celebrare i 150 anni

Mer, 23/09/2020 - 16:26

Condividi su:


Breccia di Porta Pia, un convegno per celebrare i 150 anni

L’iniziativa, organizzata dal Circolo storico culturale Sandro Pertini, si svolgerà sabato 26 settembre alle ore 10.30 presso il teatro Concordia

“Breccia di Porta Pia e Roma Capitale” è il titolo del convegno promosso e organizzato dal Circolo storico culturale Sandro Pertini, in programma sabato 26 settembre alle ore 10.30 presso il Teatro Concordia a Marsciano, con cui si celebreranno i 150 anni dall’evento (era il 20 settembre 1870) che sancì, di fatto, l’annessione di Roma al Regno d’Italia e la fine dello Stato Pontificio, con l’entrata nella città eterna delle truppe di Vittorio Emanuele II°. Pochi mesi dopo Roma sarebbe diventata Capitale d’Italia.

L’iniziativa è patrocinata da Regione dell’Umbria, Comune di Marsciano, Provincia di Perugia e realizzata in collaborazione con Anpi Marsciano, Associazione dei reduci, Circolo il Pozzo, Associazione culturale Pegaso, Unitre Marsciano, Associazione nazionale artiglieri d’Italia (Anarti) e Filarmonica Francesco Maria Ferri di Marsciano.

“La data del 20 settembre – spiega il Circolo Sandro Pertini con il presidente Francesco Matteucci e il coordinatore dell’evento Fabiano Coletti – dal 1929 è passata inesorabilmente in secondo piano. Fino ad allora veniva celebrata come festa nazionale, ma con la firma dei Patti Lateranensi, che sancivano la nascita dello Stato della Città del Vaticano e la normalizzazione dei rapporti con la chiesa cattolica, venne derubricata a data storica dal regime fascista. Con questo convegno vogliamo ricordare l’epopea risorgimentale e il sacrificio di migliaia di patrioti che portò a conclusione il processo di unificazione dello Stato italiano. Una ricorrenza che ha un valore laico, affermato dallo stesso Giuseppe Mazzini, come ideale di progresso e pace universale fra i popoli di tutto il mondo, chiamati a riconoscersi fratelli, deponendo ogni forma di antagonismo etnico, razziale, e religioso”.

L’incontro sarà introdotto dal presidente del Circolo Sandro Pertini, Francesco Matteucci e dai saluti istituzionali del vicesindaco del Comune di Marsciano, Andrea Pilati e del presidente della Provincia di Perugia, Luciano Bacchetta. Seguiranno gli interventi, coordinati da Fabiano Coletti, di Giambiagio Furiozzi, professore di storia contemporanea all’Università degli Studi di Perugia, Valeriano Tascini dell’Anpi Marsciano, Franca Todini del Circolo Il Pozzo, Grazia Canapacci dell’Unitre, Deanna Mannaioli dell’Associazione Pegaso e Mauro De Angelis dell’Associazione artiglieri. Saranno presenti anche autorità militari e associazioni dei reduci. Durante il convegno sarà intonato, da Ettore Coletti, il brano risorgimentale “Addio mia bella, addio” sulle immagini della battaglia di Custoza, tratte da un celebre film di Luchino Visconti e proiettato uno spezzone del film “La presa di Roma” girato nel 1905 da Filoteo Alberini.

“Ringrazio – afferma il vicesindaco Andrea Pilati – gli organizzatori e le tante associazioni del territorio che con la loro presenza e contributo arricchiscono di significato la ricorrenza di una data che rappresenta non solo e non tanto il punto di arrivo di una lunga lotta per l’unità nazionale, ma piuttosto il punto di partenza di quella che sarà la costruzione della nostra nazione, nella sua dimensione economica, sociale e culturale. Uno spirito patriottico, dunque, i cui valori di libertà e unità devono continuare a poter ispirare ciascuno di noi”.

Al termine del convegno, alle ore 11.30 si terrà in via XX Settembre l’inaugurazione della lapide commemorativa, tornata all’antico splendore dopo 125 anni, grazie al prezioso lavoro effettuato dalla restauratrice Gabriella Maurini. Sarà presente la Filarmonica di Marsciano che eseguirà alcuni brani risorgimentali mentre giovani lettori declameranno versi dell’epoca.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!