Bilancio 8xmille, i dati sul territorio | "Ancora non basta"

“Bilancio 8xMille” in Umbria | “Numeri molto importanti che però non bastano”

Redazione

“Bilancio 8xMille” in Umbria | “Numeri molto importanti che però non bastano”

Dom, 21/02/2021 - 07:54

Condividi su:


“Bilancio 8xMille” in Umbria | “Numeri molto importanti che però non bastano”

La Chiesa sta cercando di intervenire “potenziando le Caritas”, per andare incontro “alle famiglie povere e a situazioni di totale disagio”.

Sabato 20 febbraio si è tenuto, nel corso di una conferenza stampa in modalità telematica, il quarto Convegno regionale del “Sovvenire”, in occasione del quale ha avuto luogo la presentazione del “Bilancio 8xMille” delle Diocesi umbre e della situazione italiana.

I valori che animano il “Sovvenire”

“Credo sia fondamentale accendere i riflettori sull’importanza della formazione, perché non tutti i Cattolici hanno compreso cosa significhi sovvenire alle necessità della Chiesa”: questo il commento d’apertura di Massimo Monzio Compagnoni, responsabile nazionale del “Sovvenire”. È proprio sulla solidarietà, dunque, che il dottor Compagnoni ha inteso incentrare il suo intervento, in cui, lo stesso, non ha dimenticato di ricordare che andare incontro alle necessità della Chiesa si configura come un “dovere di tutti i battezzati”.

“8xMille” nell’anno 2019

Concretamente, nel 2019 l’8xMille ha generato per la Chiesa Cattolica 1.131.196.215 euro, per un totale di 40.770.277 contribuenti italiani. Il numero di coloro che hanno firmato per l’8xMille ammonterebbe a 17.754.847: di questi, il 79% per la Chiesa Cattolica, il 15% per lo Stato Italiano, e il restante 6% per le altre confessioni.

Numeri in crescita per la carità in Italia

La ripartizione dei fondi alla Chiesa, sulla base delle dichiarazioni del 2016, vede il 39,5% per il “Culto e la Pastorale”, il 25,8% per la “Carità” e il 34,7% per il “Sostentamento del Clero”.

La carità, sostiene Massimo Monzio Compagnoni, è in continua crescita: è partita, nel 2000, con 126 milioni di euro, nel 2019 è attestata intorno ai 285 milioni di euro. Tutto questo grazie alla tendenza della Chiesa a indirizzare verso la carità stessa sempre maggiori risorse.

Nel 2020, inoltre, la Chiesa è stata in prima linea nella lotta alla crisi: ha investito 215 milioni di euro in interventi caritativi e ne ha destinati 226 per poter meglio affrontare l’emergenza sanitaria.

Offerte liberali ancora limitate a livello nazionale

Uno dei pilastri, sostiene Compagnoni, dovrebbe essere rappresentato dalle offerte liberali, “che non sono ancora in grado di sopperire alla funzione per cui sono state create”.

Le offerte liberali sono finalizzate, infatti, a coprire i costi del clero, ai quali, invece, fanno fronte, per il 67,6%, i fondi dell’8xMille, mentre, le erogazioni liberali costituiscono solo l’1,7%, per un totale di 66 000 donatori nel 2019.

Il messaggio del Cardinale Bassetti

“I soldi nella Chiesa devono servire per l’annuncio del Vangelo e per la carità”. Il Cardinale ha voluto, quindi, sottolineare come in questo momento di crisi epidemiologica la Chiesa stia cercando di intervenire “potenziando le Caritas”, per andare incontro “alle famiglie povere e a situazioni di totale disagio”.

Valori incoraggianti per le Diocesi Umbre

Dal totale dei bilanci dell’8xMille delle diocesi umbre emergono valori in aumento: infatti, per quanto riguarda le risorse impiegate nel filone “Culto e Pastorale” passiamo dai 3.982.221,22 euro del 2018 ai 3.983.516,38 euro del 2019.

Rispetto alla “Carità”, si passa dai 3.837.829,15 ai 3.839.585,87. L’unico dato in lieve diminuzione è quello relativo al “Sostentamento del Clero”, che passa dagli 8.878.133,19 del 2018 agli 8.576.909,59 del 2019. Crescita sostanziosa, invece, per il settore “Edilizia e Beni Culturali”, che vola dai 5.038.602,32 ai 7.655.991,30 euro.

L’iniziativa “Adotta un affitto”

“Adotta un affitto” nasce per sostenere l’emergenza abitativa in cui molte famiglie vengono a trovarsi: a questo proposito, il centro di ascolto diocesano di Perugia, con i fondi 8xMille, ha erogato, quest’anno, 200.000 euro di contributi in affitti e bollette.

“Numeri molto importanti – dichiara don Marco Briziarelli – che, però non bastano”. L’8xMille, sostiene Briziarelli, direttore della Caritas diocesana di Perugia, “è una possibilità di educare alla carità, è sostegno alla relazione, alla socialità, al lavoro”.

Il valore dell’ascolto

“Lo sguardo della Chiesa è sempre uno sguardo di premura e cura, che traduce pure l’utilizzo delle risorse a disposizione”: così ha desiderato concludere l’incontro il Vescovo di Gubbio, Luciano Paolucci Bedini.

Oltre al sostegno economico, difatti, anche l’ascolto riveste un ruolo importante, un ascolto latore di speranza; per chiunque si trovi in una situazione socio-economica disagiata anche piccoli gesti, parole amichevoli e un po’ di conforto possono rappresentare una grande conquista.

Articolo di Marco Menta
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!