Bevagna e Spello, unite dal patto per lo sviluppo turistico - Tuttoggi

Bevagna e Spello, unite dal patto per lo sviluppo turistico

Claudio Bianchini

Bevagna e Spello, unite dal patto per lo sviluppo turistico

Storico accordo tra le due città all'insegna della promozione territoriale
Mer, 19/08/2015 - 15:28

Condividi su:


Accordo storico per le città di Bevagna e Spello: ieri mattina è stato ufficialmente siglato il protocollo d’intesa per la valorizzazione culturale e turistica tra i due Comuni.
La cerimonia si è svolta presso il Palazzo Comunale bevanate, a firmare l’atto, il sindaco Analita Polticchia ed il primo cittadino spellano Moreno Landrini.
I due territori sono storicamente, culturalmente, logisticamente e paesaggisticamente legati a doppio filo, e proprio grazie a questo protocollo, ora saranno anche uniti per sviluppare al meglio una promozione territoriale integrata.
Non sarà solo una carta d’intenti, gli obiettivi infatti sono chiari e messi nero su bianco: in primis l’attivazione di un circuito di navette turistiche ad orari fissi nel corso della giornata, che colleghi Bevagna e Spello con l’aeroporto internazionale di Sant’Egidio e le stazioni ferroviarie di Assisi e Foligno.
In programma anche la realizzazione di due poli informativi turistici, gestionali e commerciali, uno per ciascuna città, che dovranno lavorare insieme alla promozione e valorizzazione di quest’importante quanto strategica area dell’Umbria.
Bevagna e Spello s’impegnano a inoltre a sviluppare progetti di impresa turistica, anche grazie alla formazione professionale, nonchè a sviluppare rapporti di partenariato e messa in rete con realtà locali, nazionali ed europee già all’avanguardia nel settore.
Primo punto sarà l’impegno concreto a rilanciare, con adeguate strutture e servizi, l’antico sentiero ciclo-pedonale del cosiddetto ‘Passo della Paglia’: percorso processionale che unisce da sempre i territori di Bevagna e Spello.
“Siamo già legati dall’arte, dall’artigianato, dalle produzioni agroalimentari, dalla cultura dell’olio e del vino, da alcune manifestazioni ed eventi che convivono in entrambe le realtà – ha sottolineato il sindaco di Bevagna, Analita Polticchia – ed ora possiamo ragionare nell’ottica di un grande territorio, che dall’area dei Monti Martani si estende sino alla vetta del Subasio, rappresentando lo snodo centrale dell’asse tra la Flaminia e la strada Centrale Umbra, in una posizione strategica tra due capitali turistiche come Spoleto ed Assisi, con le quali stiamo lavorando per allargare il protocollo d’intesa”.
“Questa sinergia assume una grande rilevanza anche nell’ottica della programmazione regionale e degli assetti di Area Vasta – ha messo in evidenza Moreno Landrini, sindaco di Spello – oltre alla collaborazione tra enti pubblici, vogliamo aprire anche progettualità con soggetti e realtà del mondo privato, per sfruttare al meglio tutte le occasioni di sviluppo del settore turistico, che significano anche sviluppo economico e possibilità occupazionali. Spello e Bevagna sono la cerniera perfetta tra l’area di Perugia ed Assisi e quella dello Spoletino – ha sottolineato Landrini – e lungo questo asse ci sono altre realtà significative, come Trevi o Montefalco. Le potenzialità legate a strategie territoriali comuni sono enormi, basti solo pensare ad un semplice collegamento tra il Passo della Paglia e la pista ciclo pedonale Spoleto – Assisi, solo per indicare la meno impegnativa”.
Finisce quindi l’epoca dei campanilismi, delle rivalità per accaparrarsi turisti e gruppi di visitatori, della promozione territoriale circoscritta entro i rispettivi confini comunali: l’altro grande valore di questo protocollo d’intesa è proprio l’avvio concreto di un nuovo modo di lavorare, unendo sforzi ed opportunità, nell’interesse superiore dei territori.

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!