Alla scoperta del significato delle epigrafi latine di Foligno - Tuttoggi

Alla scoperta del significato delle epigrafi latine di Foligno

Redazione

Alla scoperta del significato delle epigrafi latine di Foligno

Il latinista Attilio Turrioni le illustrerà domenica 19 | A seguire passeggiata e concerto
Ven, 17/07/2015 - 15:33

Condividi su:


Alla scoperta del significato delle epigrafi latine di Foligno

Non molti sanno che il centro storico di Foligno è ricco di interessanti epigrafi latine. Ce ne sono molte decine; ben 14 sono presenti sulla centralissima piazza della Repubblica e molte altre compaiono nelle varie vie e piazze cittadine. Incise sulle architravi dei portali e delle finestre dei palazzi nobiliari, oltre che sulle facciate delle chiese, quelle scritte invitano il lettore a mantenere positivi comportamenti o ammoniscono a non commettere azioni riprovevoli. Insomma, senza rendersi conto, quelle epigrafi provano ad educare le persone.

Il loro arcano significato verrà, finalmente, spiegato dal prof. Attilio Turrioni, insigne latinista, il quale le tradurrà pubblicamente ai presenti nella mattinata di domenica 19 luglio, durante l’iniziativa culturale salutistica di Foligno C.&C.(Cammina e Conosci). Si tratta del 7° appuntamento mensile di Foligno C&C organizzato dall’Uisp- “Orme – Camminare Liberi”, unitamente alla Cooperativa Filottete, con il patrocinio del Comune di Foligno. L’iniziativa, denominata appunto “Verba latina” (Parole latine) prenderà avvio alle ore 8,45 con il ritrovo dei partecipanti a piazzale R. Atria (Plateatico). Alle ore 9.00, nella centralissima piazza della Repubblica, il prof. Attilio Turrioni spiegherà ai presenti il significato recondito delle varie interessanti epigrafi latine.

Seguirà una tranquilla camminata di gruppo per le vie del centro storico di circa un’ora che confluirà all’interno degli Orti Orfini, dove, con inizio alle ore 11.00 avrà luogo il concerto di chiusura degli allievi del Corso di perfezionamento per giovani musicisti provenienti da tutta Italia, svoltosi a Sellano in questa settimana. I giovani musicisti saranno stati guidati da Claudio Casadei, già primo violoncello d’orchestra alla Scala di Milano, Patrizio Scarponi e Daniela Rossi, docenti di violino e Massimiliano Scarponi per il contrabbasso e la fisarmonica. Verranno eseguiti brani famosi del repertorio classico italiano ed europeo. Al termine, a tutti i partecipanti potranno degustare una bevanda salutistica offerta dagli operatori della Cooperativa “Filottete”.


Condividi su:


Aggiungi un commento