A Umbertide torna EcoWedding, l’expo dedicata al matrimonio ecosostenibile

A Umbertide torna EcoWedding, l’expo dedicata al matrimonio ecosostenibile

Domenica 10 novembre si alza il sipario sulla V edizione al Museo Santa Croce

share

È giunta alla sua quinta edizione EcoWedding Expo, l’originale kermesse dedicata alle nozze ecosostenibili. Patrocinata dal Comune di Umbertide, si presenta come una vetrina esclusiva nel settore matrimonio che ispira, emoziona e incuriosisce strizzando l’occhio a soluzioni che hanno a cuore la sostenibilità e la valorizzazione del territorio umbro.

Domenica 10 novembre EcoWedding Expo è pronta ad alzare nuovamente il sipario calcando un palcoscenico invidiabile: il Museo di Santa Croce, uno scrigno di preziosi tesori d’arte che invita a sognare e ad immergersi in un’atmosfera senza tempo. La chiave dell’expo è quella della narrazione di una favola d’amore moderna, in cui il progetto di vita a due si apre all’impegno ambientale ed etico in perfetto equilibrio tra bellezza, raffinatezza e design.

La manifestazione è divenuta negli anni un luogo privilegiato in cui i futuri sposi incontrano accreditati professionisti delle nozze, creativi e realtà artigianali emergenti che ascoltano, consigliano e contribuiscono a dar forma al sogno più desiderato. Infinita la lista delle possibili proposte: dalle partecipazioni in carta riciclata e gli allestimenti con fiori o frutta di stagione, con il make-up a basso impatto ambientale, i viaggi di nozze all’insegna dell’ecoturismo fino ad arrivare ad una location esclusiva immersa nel cuore verde dell’Umbria, pregustando l’armonia dei sapori di un banchetto nuziale a km 0.

Ed ancora: bomboniere in puro eco-style, toppercake in fil di ferro e scatoline ricolme di confetti artigianali o di dolcetti di marzapane, scenografie sostenibili studiate per creare un’inconsueta armonia di forme, colori e dettagli originali. Affascinare, incuriosire, emozionare è l’obiettivo principale di questa giornata, dedicata al cuore e scandita da suggestive colonne sonore.
L’ingresso, dalle ore 10 alle 19, è libero.

share

Commenti

Stampa