A Foligno il Babbo Natale più grande d’Europa e in piazza della Repubblica torna la fontana

A Foligno il Babbo Natale più grande d’Europa e in piazza della Repubblica torna la fontana

Presentato il cartellone degli eventi natalizi, ecco tutte le novità in calendario | La Confesercenti ha coinvolto associazioni e pro loco

share

Foligno avrà il Babbo Natale più grande d’Europa. Una gigantesca statua di otto metri, che sarà collocata a Porta Romana rivolta verso Corso Cavour. Un’opera artistica da guinnes che ha già attirato l’attenzione di alcune trasmissioni Rai e Mediaset pronte a portare le proprie telecamere in città.

‘Il Babbo Natale più grande d’Europa…al centro del mondo’: in questo modo il Natale 2018 targato Confesercenti cala l’asso nella manica e punta ad attirare la massima attenzione sulla città della Quintana in periodo festivo. E si pensa già ad una ‘sinergia’ con l’Albero di Natale più grande del mondo di Gubbio per un tour umbro edizione natalizia.

L’altra sopresa sarà in piazza San Domenico, dove spunterà un vero e proprio ‘bosco urbano’ con cinquanta abeti tutti addobbati a festa. Una sorta di ‘ritorno al passato’ quando nello storico spazio c’erano alberature e verde.

Nel tris di regali che la Confesercenti territoriali ha messo in cartellone, anche il ritorno in piazza della storica fontana monumentale attualmente collocata al Parco dei Canapè. Una ‘magia di Natale’ che sarà resa possibile grazie all’applicazione di tecniche di ‘realtà aumentata’ con un progetto su misura realizzato dallo studio EssentialArk di Foligno. Tramite appositi visori ed una particolare applicazione sullo smarphone si potrà rivedere la fontana nell’originaria collocazione in piazza della Repubblica come ai vecchi tempi, e visualizzare ogni minimo particolare.

La verà novità del cartellone degli eventi natalizi – come ha sottolineato il presidente Simone Mattioli – è stata proprio la composizione del cartellone stesso, con il coinvolgimento delle tante realtà locali e di tutto il territorio comunale in una proposta integrata ed unitaria.

Dai laboratori per bambini ai concerti, dai presepi viventi ai mercatini, dalle visite agli oratori ai pony in piazza, dalla polentata al calcio balilla umano e via dicendo.

Sabato 8 dicembre all’ex Teatro Piermarini verrà inaugurata la prima Mostra dei Presepi delle Scuole, ci sarà la visita guidata della Chiesa di San Nicolò con concerto, a cura della Pro Foligno ed il concerto di Irene Grandi.

Sabato 15 giornata dedicata agli animali con mercatino, aperipet nei bar del centro, agility dog e dog dance e contest fotografico.

Martedì 18 Babbo Natale in calesse per le vie del centro; sabato 22 calcio balilla umano e mapping sulla facciata del Duomo con street band e ‘Notte sotto le stelle…di Natale’ negozi aperti sino a dopo cena.

Ancora curiosità: l’arrivo di Babbo Natale con il treno a vapore alla stazione ferroviaria ed il presepe vivente alle Conce a cura della Caritas; il capodanno a Palazzo Candiotti e la Befana Volante a chiudere il cartello il 6 gennaio.

“Abbiamo organizzato alcuni eventi e novità di grande impatto puntanto ad attrarre non solo i folignati ed i comuni del resto della regione – ha sottolineato il presidente di Confesercenti, Simone Mattioli – in particolar modo stiamo puntando sui territori lungo l’asse della Foligno – Civitanova Marche. Abbiamo messo di tutto, dal Natale a Cave al Presepe di Rasiglia perchè tutti possono contribuire a rendere magico il dicembre a Foligno”.

“Quest’anno Foligno avrà un programma natalizio ricco ed interessante come non mai – ha commentato l’assessore allo Sviluppo Economico, Giovanni Patriarchi – di questo ringrazio la Confesercenti non solo per la fantasia e gli sforzi prodotti in prima linea, ma anche e soprattutto per aver fatto un’opera di coordinamento e coinvolgimento da sempre auspicata. Noi come amministrazione comunale abbiamo fatto il possibile – ha concluso – e credo che questo cartellone unico sia anche frutto di un impegno di questa legislatura”.

“Io non vedo l’ora di vivere questo Natale che aspetto con la curiosità e gli occhi di una bambina – ha aggiunto la vicesindaco con delega alla Cultura, Rita Barbetti – credo che il Babbo Natale, la fontana in piazza, il bosco urbano ed il coinvolgimento di tante pro loco e associazioni abbia prodotto una serie di eventi di altissimo impatto e che renderà la città particolarmente viva dal primo dicembre al sei gennaio prossimo”.

share

Commenti

Stampa