Salva banche, l'appello degli Angeli della Finanza "Chiudete vostri conti correnti" - Tuttoggi

Salva banche, l’appello degli Angeli della Finanza “Chiudete vostri conti correnti”

Redazione

Salva banche, l’appello degli Angeli della Finanza “Chiudete vostri conti correnti”

Il presidente Panetta a Tgcom 24 parla anche del Caso Banca Etruria "Violato art. 47 della Costituzione, sporgeremo nostra denuncia per istigazione al suicidio"
Lun, 14/12/2015 - 14:49

Condividi su:


“Chiudere i conti correnti, al più presto”. È il suggerimento che arriva da Domenico Panetta, presidente e fondatore degli Angeli della Finanza, l’associazione senza scopo di lucro che si occupa di sostenere e tutelare cittadini e imprenditori in difficoltà a causa di di debiti con banche, Equitalia, finanziarie e mutui. Un’indicazione che si fa ancora più allarmante nei giorni in cui molti italiani si sentono “truffati” dal decreto salva banche del governo Renzi, che se da una parte ha permesso di evitare il crac di Carife, Banca delle Marche, Banca dell’Etruria e CariChieti, ha di fatto azzerato i conti dei tanti cittadini che avevano deciso di investire i loro risparmi nelle obbligazioni subordinate.

Si pensa a salvare le banche e non le famiglie – rincara Panetta – e dovevamo arrivare al suicidio del pensionato di Civitavecchia, che ha perso tutto proprio grazie al decreto salva banche, per capirlo. E’ stato violato l’art.47 della Costituzione. Presto sporgeremo la nostra denuncia per istigazione al suicidio”. Del decreto del governo e dei suoi effetti Panetta ne ha parlato sabato 12 dicembre, durante una delle rubriche di approfondimento in onda su Tgcom24 dalle ore 15,30.

Il salvataggio delle banche è stato possibile solo grazie ai risparmiatori: il Governo non ha stanziato un euro per questo, lo hanno fatto i cittadini. Oggi tocca ai risparmiatori, domani, forse, toccherà ai correntisti

Il presidente degli Angeli della Finanza rivolge dunque un appello a tutti gli italiani: “Chiudete i vostri conti correnti. La situazione è allarmante, i vostri risparmi non sono più al sicuro. Il caos banche delle ultime ore lo dimostra: nessuno ha vigilato, dov’erano gli organi di controllo e perchè non si è pensato a salvare le famiglie, prima che le banche?“.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!