Studios di Papigno, Istituto Luce diserta i sopralluoghi

Studios di Papigno, Istituto Luce diserta i sopralluoghi

Comune di Terni stigmatizza il comportamento dell’Istituto Luce, locatario del sito

La situazione degli Studios di Papigno rimane al palo dopo che l’attuale locatario, l’Istituto Luce, diserta i sopralluoghi richiesti dal Comune di Terni per poter valutare la possibilità di riprendersi il sito. A denunciare l’accaduto è l’assessore alla cultura Tiziana De Angelis.

Gli uffici del Comune di Terni, anche di recente, – evidenzia l’assessore – hanno invitato l’Istituto Luce a fare un sopralluogo congiunto negli studios di Papigno, al fine di verificarne le condizioni, in un’ottica di restituzione  del bene da parte degli attuali affittuari. Senza valutazione dello stato degli immobili, come già detto, non è possibile da parte del Comune di Terni riprendere gli immobili, né rispondere in maniera affermativa alla richiesta dell’Istituto Luce di chiudere ogni controversia con la semplici riconsegna degli immobili nello stato di fatto in cui si trovano, stato di fatto che appunto non conosciamo.  E’ una questione che attiene al rispetto del patrimonio pubblico e alla salvaguardia del suo valore”.

“E’ grave – prosegue l’assessore – che gli attuali detentori degli studios, che continuano ad essere di proprietà comunale,  in almeno tre occasioni non abbiano intenso rispondere in maniera positiva agli inviti dell’ufficio patrimonio, dando solo, in alcuni la casi, una disponibilità che alla prova dei fatti non si è verificata. L’amministrazione comunale proseguirà nella sua attività di tutela degli interessi dell’ente, sia per quanto riguarda la salvaguardia del patrimonio immobiliare degli studios, sia per un ritorno al loro pieno utilizzo.  In particolare la mia linea e il mio operato corrispondono in maniera puntuale ai temi sollevati dai consiglieri Orsini e Piccinini, che hanno inteso supportare la nostra azione con una loro interrogazione”.