Quintana, controllati anche i tempi di recupero dei cavalli

Quintana, controllati anche i tempi di recupero dei cavalli

Studio all’avanguardia in Italia in vista del convegno ‘Valutazione del rischio nelle manifestazioni popolari in cui vengono impiegati equidi’

La Giostra della Quintana si conferma all’avanguardia sul fronte della salute e della tutela del cavallo. Lo scorso week end i binomi al Campo de li Giochi, grazie all’impegno della commissione tecnica, presieduta dal magistrato Lucio Cacace, sono stati sottoposti a valutazioni dei tempi di recupero tramite analisi di una serie di parametri clinici e biochimici.

Il risk assessment, si basa su elementi tecnico scientifici, utilizzata dalla commissione tecnica dell’ente per determinare nel tempo il rafforzamento delle misure sul fronte della sicurezza del cavallo. La metodologia della valutazione del rischio è lo strumento che da diversi anni ha permesso all’ente, da sempre attenta alle problematiche del benessere animale, di determinare le misure di prevenzione e protezione dei cavalli dei cavalieri nell’ambito delle attività di giostra.

L’introduzione di queste valutazioni qualifica ancora di più la tutela dei cavalli anche durante gli allenamenti. Ogni momento dell’allenamento, infatti, richiede una fase di ristabilimento-recupero, nel breve e nel lungo periodo, per ridurre i rischi legati all’affaticamento e raggiungere un incremento del “potenziale prestativo” dell’animale.

I risultati preliminari di tale studio, realizzato da Fabrizio Rueca e Francesco Zappulla, saranno illustrati al convegno “Valutazione del rischio nelle manifestazioni popolari in cui vengono impiegati equidi” che si svolgerà a Foligno sabato 13 alle 9 a Palazzo Candiotti.