Progetto Ciac Atelier, domenica 14 gennaio chiusura in grande stile a Foligno

Progetto Ciac Atelier, domenica 14 gennaio chiusura in grande stile a Foligno

In viaggio verso un nuovo mondo con bandiere, immagini, linguaggi e relazioni da sperimentare

Una grande installazione finale a conclusione del ciclo di laboratori, 8 nello specifico, che durante la chiusura delle scuole del periodo natalizio, hanno animato i locali del CIAC STORE – nei Casalini medievali di Via del Gonfalone di Foligno – con momenti di creazione e condivisione attraverso vari linguaggi visivi: fotografia, video, collage, stampa a caratteri mobili, piccola sartoria, letture, giochi di piazza, installazioni.

Il tutto organizzato e coordinato dal Centro per la Cultura e lo Sviluppo Economico srl che ha promosso il CIAC ATELIER, con la partecipazione della Fondazione Cassa di Risparmio di Foligno, e svolto da Bande à part con i due artisti Chiara Corica e Stefano Emili, giovani talentuosi del nostro territorio che da anni oramai portano avanti attività didattiche e creative per bambini e bambine di tutte le età.

Una grande performance finale, quindi, che rappresenta l’inizio di un nuovo viaggio, verso nuovi continenti, nazioni, paesi: una costruzione di nuove geografie, nuove identità, nazioni e passaporti che possano viaggiare in lungo e in largo i perimetri e regioni dell’amicizia, del dialogo e del confronto.

Durante il primo week end si è lavorato sulle bandiere. Cosa racconta una bandiera?I bambini ne hanno create di meravigliose con simboli, colori, forme di contenenti dalle temperature caraibiche, con albe nordiche e pulcini rosa volanti, con montagne colorate e spiagge immense. Attraverso una personale geografia ogni partecipante ha ideato e realizzato la propria bandiera, scegliendo colori, tessuti e fili per fissarla.

Nel secondo fine settimana ci siamo concentrati sui passaporti e sulla mappatura emotiva dei tessuti urbani. Ci siamo chiesti quanto sia davvero necessario un passaporto per viaggiare e che identità avrebbe se organizzassimo un viaggio nei nostri mondi personali. Attraverso la tecnica del frottage, si è poi indagato lo spazio pubblico intorno al CIAC ATELIER. Costruendo mappature personali del paesaggio con la fotografia, abbiamo poi stampato con materiali di recupero le pagine dei nostri passaporti autoprodotti e realizzato una tasca porta-passaporto con i colori residui delle bandiere precedente prodotte.

L’ultimo appuntamento – oggi e domani prima della performance finale di domenica 14 – porterà i nostri giovani partecipanti a ragionare sul concetto di moneta. Cosa significa moneta? Cosa raccontano le valute di un paese? È possibile vivere in un mondo senza denaro? Quale valore potrebbero avere le valute del nostro mondo? Analizzeremo, progetteremo e assembleremo di nuovi valori di scambio, che apriranno le porte verso un nuovo viaggio, tutto da vivere.

Davvero soddisfatti tutti gli attori protagonisti dell’iniziativa, che ha visto coinvolti in tre fine settimana oltre 150 famiglie del territorio, che hanno partecipato attivamente ai laboratori facendosi coinvolgere dai temi di partecipazione alla cittadinanza che abbiamo voluto lanciare.

L’evento, pubblico e aperto a tutte le famiglie del territorio, si svolgerà all’aperto domenica 14 gennaio in Piazza Sant’Angela dalle 15 in poi, in caso di maltempo l’evento si svolgerà al CIAC, in Via del Campanile 13 Foligno.

 

Stampa