Perugia e l’amore per la letteratura spagnola, torna Encuentro

Perugia e l’amore per la letteratura spagnola, torna Encuentro

Attesi Arturo Pérez-Reverte e Luis Sepúlveda | Terza edizione dal 4 all’8 maggio

Encuentro sta crescendo. La terza edizione del Festival delle letterature in lingua spagnola, in programma a Perugia dal 4 all’8 maggio 2016, rappresenta una piccola svolta nella giovane storia della manifestazione. Per la prima volta Encuentro, organizzato dall’omonima associazione culturale insieme ad Arci Regione Umbria, si aprirà a nuovi linguaggi, dalla musica al teatro all’audiovisivo, coinvolgendo, come suo solito, artisti di fama nazionale e internazionale. Encuentro è nato nel 2014 con l’obiettivo di valorizzare e celebrare la letteratura spagnola e latinoamericana, che in Italia conta su un seguito di lettori nutrito e appassionato. Un festival come questo, prima, non c’era, e le prime due edizioni hanno confermato quanto ce ne fosse bisogno: i numeri, in termini di pubblico e attenzione mediatica, sono stati importanti. E questo grazie alla qualità degli ospiti e alla risposta della città, che nei giorni di Encuentro si trasforma in una sorta di piccolo villaggio letterario. Nel 2016, come detto, Encuentro rilancia, proponendo un cartellone più ampio e variegato rispetto al passato, con ospiti provenienti da Spagna, Argentina, Bolivia, Messico, Cuba, Cile e Italia. L’attenzione principale, naturalmente, rimane per la letteratura. Tra gli ospiti della terza edizione si distinguono quindi i giganti della narrativa contemporanea in lingua spagnola. C’è grande attesa per Arturo Pérez-Reverte, che mercoledì 4 maggio all’Università per Stranieri inaugurerà il festival e il giorno dopo si cimenterà (all’Aula Magna dell’Università degli Studi) in un incontro dedicato al Don Chisciotte, nei quattrocento anni dalla morte di Miguel de Cervantes.

Il 2016, poi, segnerà il ritorno di Luis Sepúlveda, impegnato (giovedì 5 alla Sala dei Notari) in un reading poetico-musicale insieme alla moglie Carmen Yañez, poetessa cilena di fama internazionale, e alla cantante Ginevra Di Marco, intitolato Poesie senza patria. Non mancheranno poi quelli che in qualche misura sono i numi tutelari di Encuentro, vale a dire Leonardo Padura Fuentes e Paco Ignacio Taibo II. Per Encuentro è un piacere e un onore poter festeggiare insieme a Padura Fuentes (domenica 8 maggio a Umbrò) la vittoria del premio Princesa de Asturias, il più importante e prestigioso riconoscimento letterario spagnolo, assegnato allo scrittore cubano nel 2015. Paco Taibo II, invece, sarà impegnato in numerose iniziative. Tra le altre, la serata dedicata a Ernesto “Che” Guevara (venerdì 6 maggio allo Zenith), con la proiezione in anteprima italiana della puntata finale del documentario Ernesto Guevara, también conocido como “El Che” prodotto da Anima Films per conto di TeleSur con la regia di Matías Gueilburt, di cui lo stesso Taibo II è autore e protagonista.

Encuentro gode del patrocinio e della collaborazione delle maggiori istituzioni locali: Regione Umbria, Comune di Perugia, Capitale italiana dei Giovani 2016, Provincia di Perugia, Università degli Studi e Università per Stranieri, oltre a quello delle ambasciate dei Paesi di provenienza dei suoi ospiti.