Ceri, “Evitare di portare bambini sotto i 12 anni” | Stilata la ‘Guida alla sicurezza’

Ceri, “Evitare di portare bambini sotto i 12 anni” | Stilata la ‘Guida alla sicurezza’

Tutti i divieti e i consigli per il 15 maggio raccolti in un vademecum reso pubblico dal Comune di Gubbio

A poco più di un mese dal fatidico giorno della Corsa, ieri (martedì 10 aprile), il Comune di Gubbio, insieme a Prefettura di Perugia, Forze dell’ Ordine, Protezione Civile e “Tavolo dei ceri”, ha stilato e reso pubblica la “Guida alla Sicurezza della Festa dei Ceri”, che riassume tutte le regole da seguire il 15 maggio, già illustrate a grandi linee nel “Piano” lo scorso marzo.

Un vero e proprio vademecum, dunque, per la tutela della sicurezza e dell’incolumità di tutti, ma soprattutto per vivere una giornata di festa rispettando le nuove norme di Safety (pubblica incolumità) e Security (pubblica sicurezza) imposte dalla legge dopo i tragici fatti di Torino del 2015.

Divieti Safety (Pubblica Incolumità)

Il 15 maggio sarà vietato il posizionamento, anche perimetrale, di scalandroni, piccole scale, seggiole e sgabelli, e non sarà consentito l’accesso a Piazza Grande:

  • con passeggini e carrozzine;
  • con ombrelli di qualsiasi taglia, racchette da passeggio, cavalletti per macchine fotografiche;
  • con animali di qualsiasi razza e taglia, sia a guinzaglio che in borsa;
  • con bottiglie/contenitori in vetro o metallo;
  • con biciclette, monopattini, droni, giocattoli e apparecchi a controllo remoto;
  • con caschi e/o borse porta caschi;
  • con scalandrini, piccole scale, seggiole e sgabelli. Ne è vietato il posizionamento anche perimetrale.

Divieti Security (Pubblica Sicurezza)

Per quanto riguarda i divieti Security (pubblica sicurezza), invece, non sarà consentito l’accesso alla Piazza:

  • con zainetti, borse, marsupi, contenitori per macchine fotografiche;
  • con oggetti aventi dimensioni voluminose quali carrelli, borse frigo, valige e trolley;
  • con armi, coltelli, bastoni o strumenti di offesa e artifizi pirotecnici.

Raccomandazioni generali

  • In Piazza è bene evitare di portare bambini di età inferiore ai 12 anni
  • E’ sconsigliato l’accesso a soggetti cardiopatici o comunque affetti da patologie che sconsiglino la permanenza in luoghi affollati;
  • E’ sconsigliato l’accesso alle donne in stato di gravidanza;
  • E’ sconsigliato l’accesso a soggetti con difficoltà deambulatorie, anche temporanee;
  • Saranno riservati ai portatori di handicap, per quanto possibile e previa autorizzazione, appositi spazi.

Nel vademecum viene inoltre ricordato che, durante la manifestazione, risulterà molto problematico spostarsi all’intenro della Piazza ed ancora di più uscirne. In caso di emergenza andranno seguite le indicazioni diramate dall’impianto di diffusione audio e dagli addetti presenti in piazza per una corretta evacuazione, raggiungendo l’uscita di sicurezza più vicina (segnalata da appositi pannelli).

Informazioni utili

Per qualsiasi emergenza, sia di carattere sanitario che per localizzare soggetti – specie se minori – saranno a disposizione le forze dell’ordine o il personale di ausilio in piazza. L’ accesso alla Sala dell’ Arengo prima dell’Alzata sarà consentito ai soli ceraioli in divisa.

Per la vostra sicurezza e incolumità – si legge alla fine del vademecum – le forze dell’ordine eseguiranno, prima della manifestazione, scrupolosi controlli lungo le vie di accesso a Piazza Grande per garantire il rispetto dei divieti sopraindicati“. “Si confida nel senso civico e nella responsabilità di tutti – aggiunge il sindaco Stirati – per poter vivere ancora una volta insieme una delle più belle ed emozionanti feste d’Italia”.

Stampa