BURATTINI ALL'AUDITORIUM DI FOLIGNO, PARODIA DEI SIGNORI TRINCI

BURATTINI ALL'AUDITORIUM DI FOLIGNO, PARODIA DEI SIGNORI TRINCI

 

Ha riscosso  favorevoli giudizi di pubblico, sottolineati da ripetuti applausi, lo spettacolo di burattini tenutosi ieri sera a Foligno nel ridotto dell'Auditorium S. Domenico.

La rappresentazione ideata e curata da Paola Blasucci ha messo in scena la “Trilogia dei Trinci”, tre atti allestiti in forma farsesca intorno alle tragiche vicende dei signori di Foligno, che governarono la città dal 1305 al 1439.

Lo spettacolo è nato dall'adattamento teatrale di un testo in ottava rima realizzato dall'avv. Luciano Cicioni, che ha permesso ai quattro abili burattinai (Paola Blasucci, Lucia Giuliani, Michele Ceccarini e Maurizio Torti), impegnati dietro le quinte con mani, voci narranti e musiche,  di raccontare in modo divertente aspetti significativi della Signoria Trinci.

La pièce,divisa in tre atti, ha preso avvio con alcuni momenti di vita cortense, scanditi dai difficili rapporti con intellettuali di primo piano presenti spesso a Palazzo Trinci, come Federico Frezzi, Gentile da Fabriano e Gentile da Foligno.

Nella seconda parte, grazie all'animazione dei burattini, la famosa strage di Nocera Umbra, messa in atto dal signorotto locale, Pietro di Rasiglia, il quale  per gelosia e vendetta verso la moglie adultera, non esitò a far uccidere Nicola e Ugolini Trinci, si è presentata come una moderna vicenda di tradimento coniugale, in cui i momenti comici sono riusciti perfino a far dimenticare quella che in realtà fu una delle più conosciute tragedie familiari del XV secolo.

L'ultimo atto ha riproposto sempre in maniera ironica con chiari riferimenti all'oggi, alcuni aspetti politici che portarono alla distruzione della signoria Trinci da parte del cardinale Giovanni Vitelleschi nel 1349, che mise in atto le volontà del Papa Eugenio IV.

Lo spettacolo, divertente e sagace, intreccia momenti di storia locale con situazioni di comica fantasia e sarà rappresentato venerdì 1 febbraio nel Comune di Valtopina

Stampa