Alla Rocca la mostra “Per non restare indifferenti”

Alla Rocca la mostra “Per non restare indifferenti”

Esposizione visitabile fino a domani nel cortile d’onore della Rocca di Spoleto | Promozza da Acli e Unione sportiva Acli di Perugia

Si è svolta ieri alla Rocca Albornoziana di Spoleto  una iniziativa promossa dalle Acli e dall’Unione Sportiva Acli di Perugia che ha visto l’inaugurazione di una mostra fotografica “Per non restare indifferenti”  con trenta immagini inedite realizzate da tre giovani artiste a marchio Artenatura: Laura Filippucci, Francesca Marinangeli ed Eleonora Dottorini, che a tutto tondo, entrano nel tema oggetto dell’Enciclica di Papa Francesco “LAUDATO SI” facendone percepire anche lo spirito e l’indirizzo del pontificato.  Si parte dall’assunto  che l’uomo non è proprietario della terra che abita. Siamo ospiti di una casa comune che merita tutta la protezione possibile.

La mostra permarrà presso il Cortile d’Onore fino a domenica 16 Luglio.

In contemporanea all’interno della Camera Pinta si è aperta una riflessione a più voci sul tema: “ARTE, CULTURA, SPORT PER UNA VITA  CIVILE E SOLIDALE”.  Un confronto formativo-informativo che le Acli hanno inserito nel loro più ampio progetto del “Coltivare Futuro” per abbassare, in ambito territoriale l’asticella dell’indifferenza. Ad aprire e moderare l’incontro Sante Filippetti ,Presidente Unione Sportiva Acli di Perugia. Hanno portato un loro contributo:  Nino Scimone (Presidenza nazionale U.S. Acli), Don Mario Venturi, Pierluigi Castellani (ex Senatore della Repubblica), Moreno Rosati (vicepresidente CONI Umbria), Stefania Rosati (Consigliere Nazionale U.S. Acli), Laura Filippuci ed  Eleonora Dottorini (artiste Artenatura).

Due ore significative all’interno della meravigliosa Camera Pinta in cui gli ospiti hanno potuto immergersi e gustare  la grazie dell’arte, vivere le sensazioni di questo connubio tra arte, cultura e la tematica dello SPORT, lo “SPORT CHE VOGLIAMO”, come ci invitano a riflettere l’U.S. ACLI e il CONI. Uno sport che sappia connettersi con il mondo esterno, che persegua l’obiettivo di “aprire” a tutti l’accesso alla pratica e in grado di facilitare l’educazione alla partecipazione coltivandone la crescita attraverso le attività culturali e sociali che si sviluppano nei territori.

L’evento è stato  patrocinato dal Comune di Spoleto e ha visto la collaborazione della Cooperativa Sistema Museo.

Le ACLI ringraziano i tanti partecipanti all’iniziativa e in special modo la collaborazione dei soci di due importanti associazioni del territorio spoletino: l’Associazione Sportivo Dilettantistica OLISTICAmente NOI e il Circolo ACLI di Baiano.