Aeroporto Perugia, si vola verso Francoforte | Scaduti i termini per FlyVolare

Aeroporto Perugia, si vola verso Francoforte | Scaduti i termini per FlyVolare

Confermate le indiscrezioni | Più investimenti per favorire l’incoming di turisti in Umbria

Le indiscrezioni sono state confermate: l’aeroporto di Perugia, il San Francesco d’Assisi, apre una nuova rotta verso Francoforte, che sarà attiva da aprile 2018. La conferma è arrivata questa mattina in conferenza stampa, mentre in maniera congiunta i vertici di Ryanair annunciavano l’operazione commerciale anche in Germania. Due i voli a settimana previsti per questa rotta, con l’acquisto già disponibile sul sito del vettore verso Frankfurt Main, scalo principale della città.

Un accordo quinquennale, nell’ottica di aumentare, hanno riferito i vertici di Sase (la società che gestisce l’aeroporto San Francesco) i passeggeri in incoming. Si punta sempre più al turismo dunque, in particolare perché, cercando di lasciarsi alle spalle l’effetto del terremoto in centro Italia, con il processo legato alla Brexit, è la Germania a diventare più importante nelle rotte all’estero. Proprio a riguardo della Brexit, riferiscono da Ryanair, i dati reali si avranno solo nel 2019. E si punta, nelle parole di Sase, anche a rendere Perugia come base di una compagnia aerea.

Durante la conferenza stampa di presentazione della tratta, John F. Alborante di Ryanair ha dichiarato: “siamo lieti di annunciare la nuova rotta Perugia-Francoforte M. che prevede 2 voli a settimana, sarà operativa ad aprile 2018 e già in vendita sul sito Ryanair.com a partire da settembre 2017. Per celebrare il lancio, stiamo mettendo in vendita biglietti con tariffe a partire da €24.99 per viaggiare dal 25 marzo al 31 maggio 2018 e prenotabili fino alla mezzanotte di venerdí (15 settembre)”. Al momento inoltre nessuna novità su altre e nuove rotte. “Per aprire nuove rotte – dicono da Ryanair – è necessario effettuare studi sui flussi in partenza, in entrata, e con dati specifici. Appena avremo maggiori certezze ne riparleremo”. 

I clienti in viaggio da e per Perugia con Ryanair possono al momento usufruire delle recenti innovazioni del programma “Always Getting Better” tra cui: 20 rotte operate da Madrid da Air Europa; voli in coincidenza da Roma Fiumicino e Milano Bergamo e a breve anche da altri aeroporti; una nuova partnership con Erasmus Student Network che offre agli studenti sconti e una piattaforma dedicata per effettuare le prenotazioni. Il riconoscimento vocale Alexa per cercare voli e alberghi e per verificare lo status dei voli.

I numeri di Ryanair – Una compagnia, quella irlandese che, con le sue 86 basi e 400 aerei, ha trasportato, al luglio 2017, 1 miliardo di passeggeri in tutta Europa. Ryanair nel suo piano sta anche prestando particolare attenzione alla tematica della sicurezza, limitando la vendita di alcolici ai passeggeri prima e durante il volo. John F. Alborante di Ryanair, sempre in conferenza stampa, non ha nascosto l’interesse della compagnia nei confronti di Alitalia, “che a nostro avviso deve continuare ad esistere, con il suo marchio”.

Resta il dubbio sull’impegno e sulla vicenda di FlyVolare, Da Sase, riferiscono che i termini per la presentazione della compagnia sono scaduti al 3 settembre, data ultima per il vettore per ottenere il Certificato di Operatore Aereo e di Licenza di Trasporto Aereo da parte di Transport Malta – Civil Aviation Directorate. Sase dal canto suo non ha ricevuto alcuna novità da FlyVolare al momento. “Non aspetteremo in eterno“, dice il Manager di Sase, Piervittorio Farabbi, “anche se vogliamo far crescere l’aeroporto e attrarre nuovi vettori e nuove rotte”. E non si aspetterà a lungo, anche perché sono stati investiti 500mila euro da Sase per l’arrivo di FlyVolare a Perugia: tutto denaro che altrimenti dovrebbe essere recuperato.

Dal canto suo, Ernesto Cesaretti, Presidente SASE, ha dichiarato: “nei mesi scorsi avevamo avuto il piacere di confrontarci a Palazzo Donini con i vertici di Ryanair e della Regione, in un incontro nel corso del quale erano stati delineati i comuni obiettivi da raggiungere nei prossimi anni. Il lancio della nuova rotta da e per Francoforte e la formalizzazione del nuovo accordo con Ryanair rappresentano un nuovo importante tassello per lo sviluppo dello scalo umbro e garantiranno per il prossimo quinquennio una crescita costante e focalizzata sull’incremento del traffico incoming, oltre a garantire in ogni caso il diritto alla mobilità dei cittadini e delle aziende umbre”. Dello stesso tenore l’intervento del consigliere di Sase, Agostini: “abbiamo ridotto le perdite dal 2014 ad oggi, e per il primo semestre del 2017 si può parlare di un utile di oltre 200mila euro. Stiamo inoltre incrementando i passeggeri trasportati. Un grande traguardo, se si aggiunge al milione e 70 mila euro stanziati per l’aeroporto in assestamento di bilancio dalla Regione Umbria. Basti pensare che nel 2014 dalla Regione l’investimento era pari a 600mila”.

Aggiornamento ore 18.40 – La nuova rotta Ryanair, Perugia-Francoforte Main, che partirà ad aprile dall’aeroporto internazionale  dell’Umbria San Francesco d’Assisi, annunciata oggi in conferenza stampa, rappresenta una opportunità importante non solo per lo sviluppo dello scalo umbro, ma anche per il turismo e per le attività economiche della regione, trattandosi di  un collegamento con  uno dei più importanti hub internazionali”:  così ha commentato il vice presidente della Giunta regionale ed assessore al turismo, Fabio Paparelli, incontrando questo pomeriggio, a Palazzo Donini,  John F. Alborante, sales and marketing manager Ryanair per l’Italia,  e il direttore di SASE Piervittorio Farabbi, dopo l’annuncio in conferenza stampa di questa mattina della nuova rotta verso Francoforte.

Germania,  Inghilterra e  Paesi Bassi – ha detto Paparelli – sono i Paesi  da cui proviene oltre il 50 per cento dei turisti europei che scelgono di venire in Umbria. Si tratta quindi di un collegamento fondamentale in uno dei mercati obiettivo  per la promozione turistica regionale, da qui l’interesse della Regione a realizzare, insieme a Ryanair, azioni di co-marketing che possano incrementare i flussi verso l’Umbria promuovendola come destinazione grazie alla nuova rotta. Si tratta di attuare – ha aggiunto l’assessore – azioni sinergiche che, tenendo conto della programmazione turistica regionale, possono concorrere ad incrementare ulteriormente l’incoming”. 

“Da parte di Ryanair  – ha affermato  John F. Alborante –  c’è piena disponibilità a realizzare azioni condivise, anche mettendo a disposizione gli strumenti  di promozione ed informazione della Compagnia,  che vanno dal sito, con milioni di visite, alle mail,  alle newsletter. E’ possibile – ha proseguito – raggiungere target sempre più mirati e con le nuove guide offriamo  ai passeggeri un quadro completo di ciò che è possibile vedere e visitare con le oltre 180  destinazioni Ryanair in 30 paesi”.

I primi ambiti di questa collaborazione, già delineati nel corso dell’incontro, saranno gli appuntamenti  di Francoforte,  dove entro l’anno verrà organizzato un evento rivolto a tour operator selezionati ed alla stampa  specializzata, e,  entro marzo 2018,  alla Borsa turistica di Berlino dove, nell’ambito di una platea più ampia, verrà promosso il nuovo collegamento verso l’Umbria in previsione della stagione estiva.

©Riproduzione riservata