Ucraini in fuga con i cani, 15 animali nel Canile comunale

Ucraini in fuga con i cani, 15 animali nel Canile comunale

Redazione

Ucraini in fuga con i cani, 15 animali nel Canile comunale

Mar, 15/03/2022 - 14:25

Condividi su:


Le iniziative di Enti pubblici, Asl, Università e associazioni private per aiutare anche gli animali dei profughi che scappano dalle bombe

Saranno ospitati nel Canile municipale di Perugia 15 cani fuggiti con i loro proprietari dall’Ucraina in guerra. I proprietari non potevano tenerli. Il Comune di Perugia, insieme agli altri Comuni consorziati per la gestione del Canile municipale, ottenuto il parere favorevole e sotto il controllo dei Servizi Veterinari della Usl Umbria 1, grazie alla disponibilità dell’Enpa, in qualità di gestore del Canile municipale pubblico, ha dato disponibilità ad accogliere nelle proprie strutture, sezione sanitaria e sezione rifugio, i 15 cani.

Salvati con le proprietarie 60 cani dall’Ucraina,
altri25 in arrivo a Perugia

Il consigliere comunale perugino Luca Valigi, in qualità di presidente della Consulta per il benessere degli animali, ricorda che il Ministero della Salute con propria nota ha reso possibile l’introduzione di animali da compagnia al seguito di proprietari provenienti dall’Ucraina, anche se non conformi ai requisiti sanitari previsti dalla comunità europea.

A causa della preoccupante evoluzione del conflitto in Ucraina, il Comune di Perugia, in linea con quanto previsto dal Ministero, ha ritenuto di doversi attivare anche per quanto riguarda l’accoglienza di animali da compagnia al seguito di proprietari ucraini in fuga dalla guerra.

L’aiuto delle associazioni animali

Inoltre, La Rosa dell’Umbria (associazione di volontariato della Protezione Civile) mette a disposizione la propria sede di Piscille (Perugia) in via Assisana n.55 come punto di stoccaggio in cui potrà essere portato mangime, farmaci e tutto il necessario da inviare nei territori in cui è in corso il conflitto.

Tutte le associazioni che compongono la Consulta, e che hanno già attivato la loro Unità di Emergenza Ucraina per aiuti diretti al confine, si rendono altresì disponibili, compatibilmente con la propria struttura organizzativa, a fornire ausilio agli animali che nei prossimi giorni arriveranno nel nostro territorio.

Comune, Asl, Università e Ordine veterinari

L’Amministrazione Comunale, il Servizio Veterinario della Usl, la Facoltà di Veterinaria oltre all’Ordine dei Veterinari hanno offerto la massima collaborazione al fine di garantire il più ampio sostegno possibile. “Tutto ciò, ovviamente – conclude Valigi – senza minimamente far venir meno l’attenzione rispetto alle tante problematiche relative ai numerosi animali in difficoltà già presenti nel nostro territorio”.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!