Sir solito bulldozer diesel: Trento battuta 3-1 in rimonta GALLERY

Sir solito bulldozer diesel: Trento battuta 3-1 in rimonta GALLERY

Massimo Sbardella

Sir solito bulldozer diesel: Trento battuta 3-1 in rimonta GALLERY

Dom, 20/11/2022 - 18:38

Condividi su:


I Block Devils al PalaBarton cedono il primo set nel big match Superlega, poi escono alla distanza e proseguono la marcia a punteggio pieno

La Sir si dimostra ancora un diesel che ha bisogno di carburare, ma quando il motore inizia a girare non ce n’è per nessuno. Trento si arrende ancora ai Block Devils, questa volta al PalaBarton in Superlega, dove Perugia procede a punteggio pieno.

Gli ospiti, grazie al servizio, sono riusciti a conquistare il primo set 25-22, rimontando Perugia avanti +4 (18-14), trascinati da Lavia.

Reazione dei Block Devils, che hanno pareggiato i conti vincendo agilmente il secondo set 25-19.

Nel terzo set Perugia subisce la rimonta di Trento, che annulla 3 set point per cedere 27-25 con la giocata di Flavio dichiarata buona dal check, dopo che era stata chiamata un’invasione a rete.

Quarto set dominato dai Block Devils, con un Russo molto positivo ed un Leon che è cresciuto alla distanza. La superiorità di Perugia è emersa emblematicamente nel punto del 17-7, chiuso da un grande attacco di leon dopo una giocata di Giannelli e un gran recupero di Colaci. Il capitano ha chiuso poi i conti con due muri e l’ace del 23-11, ma il punto decisivo è stato messo a segno da Roberto Russo.

Quattro in doppia cifra in casa Perugia: Leon ne mette 20 con 5 muri, Rychlicki chiude a quota 16 col 59% in attacco, 13 dice il tabellino di Flavio (con 5 muri), 10 per Semeniuk. Gianelli è il solito direttore d’orchestra sontuoso, Colaci splendido padrone della seconda linea bianconera. L’Mvp però lo prende meritatamente Russo, che gioca un match impeccabile chiuso con 9 punti, 1 ace, il 75% in attacco e 2 muri.

Proprio Russo commenta così la gara: “È stata una partita molto difficile e lo sapevamo. Siamo entrati in campo convinti di fare bene, nel primo set abbiamo fatto fatica, ma ci sta perché Trento è una squadra molto forte. Però non abbiamo mollato, dal secondo set siamo saliti, abbiamo preso ritmo in battuta e questo ci ha aiutato a muro ed in generale della fase break. Giocare contro Lavia e tutti gli altri ragazzi di Trento è molto divertente. Sono dei grandi amici e credo che questo sia un valore aggiunto per il nostro sport”.

Tabellino e cifre

Sir Safety Susa Perugia – Itas Trentino Trento 3-1
22-25; 25-19; 27-25; 25-13

SIR SAFETY SUSA PERUGIA: Giannelli 4, Rychlicki 16, Russo 9, Flavio 13, Leon 20, Semeniuk 10, Colaci (libero), Ropret, Plotnytskyi. N.e.: Solè, Herrera, Mengozzi, Cardenas, Piccinelli (libero). All. Anastasi, vice all Valentini.

ITAS TRENTINO: Sbertoli 2, Kaziyski 2, Podrascanin 7, Lisinac 5, Michieletto 13, Lavia 19, Laurenzano (libero), Nelli 3, Dzavoronok 2, D’Heer 1. N.e.: De Palma, Cavuto, Berger, Pace (libero). All. Lorenzetti, vice all. Petrella.

LE CIFRE – PERUGIA: 22 b.s., 6 ace, 40% ric. pos., 19% ric. prf., 52% att., 17 muri. TRENTO: 15 b.s., 10 ace, 43% ric. pos., 24% ric. prf., 33% att., 6 muri.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!