Rifiuti abbandonati, volontari e operai ripuliscono via Mola di Bernardo Foto

Rifiuti abbandonati, volontari e operai ripuliscono via Mola di Bernardo | Foto

Redazione

Rifiuti abbandonati, volontari e operai ripuliscono via Mola di Bernardo | Foto

Dom, 30/05/2021 - 10:22

Condividi su:


Raccolti oltre 12 metri cubi di rifiuti: almeno 25 sacchi di plastica, 15 di vetro ed oltre 40 indifferenziati. Tutto è già stato rimosso dall'Asm

I dipendenti di Faurecia insieme ai volontari di “Mi rifiuto!” si sono riuniti sabato 29 maggio per ripulire la parte alta di Via Mola di Bernardo, a Terni, dai rifiuti abbandonati.

Rifiuti, la campagna Fuels 2021 di Faurecia

Ogni anno lo stabilimento Faurecia FCM di Terni aderisce al programma aziendale FUELS (Faurecia Unisce Esemplarità dei propri Lavoratori alla Solidarietà) il programma di impegno alla responsabilità sociale e ambientale per un coinvolgimento positivo sul proprio territorio. Quest’anno l’impegno si è concretizzato in un incontro tra i dipendenti dello stabilimento con il gruppo civico di “Mi rifiuto!”. Volontari e operai si sono riuniti in questa calda mattina nella parte alta di via Mola di Bernardo per organizzare la rimozione dei rifiuti che hanno reso negli ultimi anni questa zona un’estesa discarica abusiva.

L’iniziativa si inserisce in quelle già pianificate per la Giornata Mondiale dell’Ambiente che come ogni anno viene celebrata il 5 giugno.

Il bilancio della giornata di pulizia

Sulla pagina Facebook di “Mi rifiuto!” Marco D’Amore ha raccontato la faticosa impresa e l’immensa soddisfazione nel vederne il risultato. Tra i rifiuti, come si può leggere, vetro, plastica ma anche pezzi di automobili. Il tutto è stato raccolto sotto l’occhio vigile dei Carabinieri Forestali.

“Tutta l’attività – spiega D’Amore – è stata concordata e pianificata nelle scorse settimane grazie all’eccellente lavoro svolto da Giorgia Sciannameo, Communication Coordinator di Faurecia, ed ha portato a partecipare a questa iniziativa oltre venti persone a cui si sono aggiunti dieci volontari del gruppo Mi Rifiuto. Nonostante le temperature già piuttosto alte, la voglia di riportare decoro a tutta quell’area vandalizzata ha prevalso consentendoci di recuperare, stimando senz’altro per difetto, oltre 12 metri cubi di rifiuti! Almeno 25 sacchi di plastica, 15 di vetro ed oltre 40 di rifiuti che non è stato possibile differenziare, il “bottino” della giornata. Per non parlare di pezzi di automobili e materiali di risulta vari. L’iniziativa si è svolta sotto la supervisione di una pattuglia dei Carabinieri Forestali di Terni che ha svolto anche attività investigativa riuscendo a recuperare alcuni elementi utili per risalire agli autori di tanto scempio e devastazione! Nel primo pomeriggio ASM si è già occupata di recuperare tutti i rifiuti raccolti questa mattina!”

La tutela dell’ambiente valore fondamentale per Faurecia

Crediamo che sia indispensabile il nostro impegno anche come cittadini – evidenzia Federica Mancinetti, HSE Coordinator Faurecia FCM Terninon soltanto attuando comportamenti corretti nella gestione dei rifiuti ma anche impegnandoci ogni anno in iniziative a tutela dell’ambiente. Capita a volte di passeggiare in campagna o in un bosco e trovare dei rifiuti abbandonati e pensare a quale bruttura e segno di inciviltà, ebbene, insieme al gruppo civico Mi Rifiuto! abbiamo scelto non solo di pensare ma anche di agire, per dare un segno, magari piccolo, ma certamente concreto del nostro impegno”.

Occuparsi del territorio è occuparsi di se stessi

Avere cura del proprio territorio è il modo più semplice e diretto per avere cura anche di se stessi – ricorda Marco D’Amore – Partendo da questa semplice considerazione i volontari del gruppo civico Mi Rifiuto organizzano attività di pulizia nei quartieri e nelle aree periferiche della città per coinvolgere e sensibilizzare tutti i cittadini verso il problema dell’abbandono indiscriminato di rifiuti! Per questo abbiamo accolto con grande entusiasmo la proposta di collaborazione che ci è pervenuta dai dipendenti della Faurecia per ripulire una delle aree che più di altre risulta bersagliata da questa forma di inciviltà. Un problema collettivo va necessariamente affrontato in maniera collettiva. Ed è per questo che secondo noi… Cambiare si può! Dipende da ognuno di noi!“.

[di Alessia Marchetti]

ACCEDI ALLA COMMUNITY
Leggi le Notizie senza pubblicità
ABBONATI
Scopri le Opportunità riservate alla Community
necrologi_terni

L'associazione culturale TuttOggi è stata premiata con un importo di 25.000 euro dal Fondo a Supporto del Giornalismo Europeo - COVID-19, durante la crisi pandemica, a sostegno della realizzazione del progetto TO_3COMM

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!


    trueCliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

    "Innovare
    è inventare il domani
    con quello che abbiamo oggi"

    Grazie per il tuo interesse.
    A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!