PRESENTATA LA NUOVA GUIDA TURISTICA DI SPOLETO. SULLA COPERTINA CAMPEGGIA IL “TEMPIETTO” DELL’UNESCO (Foto TO®) - Tuttoggi

PRESENTATA LA NUOVA GUIDA TURISTICA DI SPOLETO. SULLA COPERTINA CAMPEGGIA IL “TEMPIETTO” DELL’UNESCO (Foto TO®)

Redazione

PRESENTATA LA NUOVA GUIDA TURISTICA DI SPOLETO. SULLA COPERTINA CAMPEGGIA IL “TEMPIETTO” DELL’UNESCO (Foto TO®)

Sab, 09/07/2011 - 14:59

Condividi su:


(Jac. Brug.)- E’ stata presentata stamattina, presso lo Spazio Umbria di Palazzo Collicola, la nuova guida turistica di Spoleto, il “libretto” che avrà l’onore e l’onere di rendere quanto più piacevole e affascinante possibile la visita alla città del Festival per i turisti. Ad introdurre il nuovo prodotto c’erano il dirigente della direzione cultura e turismo Sandro Frontalini, il sindaco Daniele Benedetti, l’assessore al turismo Maria Margherita Lezi e il vicesindaco di Giano dell’Umbria Angelo Speranza. Assenti invece i sindaci di Campello sul Clitunno e Castel Ritaldi, i comuni che insieme a Giano costituiscono il sistema turistico locale, e per i quali sono state redatte appositamente delle nuove guide turistiche, tradotte in inglese, francese e tedesco.
L’amministrazione comunale ha raggiunto un duplice scopo nell’iter di pubblicazione della nuova guida. Da una lato ha atteso la risposta dell’Unesco sull’iscrizione a patrimonio dell’umanità, per poter fregiare la copertina e le pagine dedicate alla Basilica di San Salvatore con il logo dell’organizzazione. Dall’altro, è riuscita a presentare il prodotto prima della fine del Festival dei Due Mondi. Per stessa ammissione di Frontalini però, proprio a causa della ristrettezza dei tempi a disposizione la guida potrebbe contenere qualche imprecisione. “In ogni caso, l’obiettivo che la direzione ha in mente – ha detto il dirigente – è quello di migliorare l’accoglienza e ampliare l’offerta; ecco perché, per esempio, è stata data maggiore visibilità al “Giro dei condotti”, una delle passeggiate naturalistiche più belle d’Italia”.
La nuova guida – volendosi soffermare un attimo sulle sue caratteristiche tecniche – appare di facile ed immediata consultazione. E’ suddivisa in 4 diversi itinerari di visita: Trekking breve, trekking urbano, trekking fuori città e percorsi nel territorio (che toccano i 3 Comuni del comprensorio). Il trekking breve, in particolare, comprende i “10 luoghi da non perdere” di Spoleto, ed è dedicato a coloro che hanno solo poche da dedicare alla visita della città. Frontalini ha lanciato l’idea di un sondaggio destinato alla cittadinanza, magari su qualche giornale locale, nel quale ognuno possa stilare una propria personale classifica dei 10 luoghi imperdibili di Spoleto. “Sarebbe un’utile cartina tornasole – ha detto il dirigente – per verificare se abbiamo interpretato bene i sentimenti degli spoletini.
Sponsor unico del nuovo prodotto è la Banca Popolare di Spoleto, che il sindaco Benedetti ha pubblicamente ringraziato per l’impegno messo a disposizione nella realizzazione di progetti di grande valenza per la città. “Con questa guida si restituisce definitivamente la città dopo anni e anni di restauri”, ha affermato il sindaco, che poi ha lanciato un avvertimento a quei soggetti che dopo il prestigioso riconoscimento dell’Unesco stanno con le mani in mano a chiedersi quali saranno le prossime mosse dell’amministrazione. “E’ importante che tutti sappiano che l’amministrazione ha già dato – ha sottolineato Benedetti -. Ora è l’amministrazione stessa a pretendere che le associazioni e le cittadinanza diventino protagonisti. Il riconoscimento dell’Unesco ci ha portato in serie A; per rimanerci c’è bisogno della buona volontà e dell’aiuto di tutti. Con l’iscrizione al patrimonio dell’umanità – ha concluso il sindaco – ne il Comune ne le associazioni di categoria possono più permettersi di fare errori”.
L’assessore Lezi ha ribadito le parole del sindaco, aggiungendo che con la nuova guida Spoleto punta sempre più ad un turismo di qualità. “Inoltre – ha spiegato – ci sono in atto iniziative per favorire il turismo di settore (religioso, sportivo, di formazione, ecc.) nell’ambito delle quali l’amministrazione fungerà da facilitatore dello sviluppo economico e turistico. Basta critiche e polemiche – ha tuonato l’assessore – bisogna lavorare uniti per essere una squadra, in cui ognuno fa la propria parte”. La Lezi, infine, ha tenuto anche a ricordare un’altra iniziativa in favore del turismo che la vede impegnata in prima linea, quella del punto di accoglienza all’ingresso sud della città, il cui progetto potrebbe essere approvato tra un paio di mesi.

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!