Perugia, 5 regole dell’Enel per l’irrigazione in prossimità di linee elettriche

Perugia, 5 regole dell’Enel per l’irrigazione in prossimità di linee elettriche

Avvertenze e consigli agli operatori del settore agricolo per evitare disservizi o gravi infortuni


share

Cinque regole per gli operatori del settore agricolo a fronte della crescente necessità di irrigazione delle colture sul territorio provinciale di Perugia: come ogni anno nel periodo estivo, infatti, E-distribuzione, la società del gruppo Enel che gestisce la rete elettrica di media e bassa tensione, intende sensibilizzare le associazioni competenti sulla pericolosità dei getti d’acqua in prossimità delle linee elettriche al fine di evitare disservizi nelle forniture di energia o di prevenire eventuali infortuni.

L’interazione del getto degli impianti di irrigazione con i conduttori di linee elettriche aeree può innescare scariche tra conduttore e terra e tra i conduttori che possono danneggiare non solo l’impianto, ma anche provocare interruzioni dell’erogazione di energia elettrica a numerosi clienti. Per questo motivo l’azienda elettrica ha diffuso cinque consigli da tenere bene a mente nelle stagioni più calde:

·  Verificare la presenza di impianti elettrici nella zona delle irrigazioni.

·  Ricordare che tutte le linee elettriche devono essere sempre considerate in tensione.

· Tenere le macchine operatrici e ogni altra attrezzatura ad adeguata distanza di sicurezza dai conduttori, considerando tutti i possibili movimenti che le stesse possano eseguire, anche con sbracci o elementi collegati, nel corso delle lavorazioni.

·  Mantenere costantemente il getto di irrigazione a distanza di sicurezza dai conduttori.

·  Chiedere informazioni, prima di intervenire, al Centro operativo di E-Distribuzione all’803500, attivo 24 ore su 24.

“E-Distribuzione – sottolinea Angelo Cefalù, responsabile E-Distribuzione rete elettrica Toscana e Umbria – è da sempre impegnata in iniziative finalizzate a diffondere, a tutti i livelli, la cultura della sicurezza nonché a garantire la qualità e la continuità del servizio elettrico.”

share

Commenti

Stampa