Pentima, al via la riqualificazione: firmato protocollo d'intesa - Tuttoggi

Pentima, al via la riqualificazione: firmato protocollo d’intesa

Marco Menta

Pentima, al via la riqualificazione: firmato protocollo d’intesa

Ven, 11/03/2022 - 12:10

Condividi su:


C'è la firma del protocollo d'intesa per la riqualificazione di Pentima; "il sito ha le caratteristiche per l’incontro tra studio, ricerca, impresa".

Pentima: firmato questa mattina, venerdì 11 marzo, il protocollo d’intesa tra l’Università degli Studi di Perugia, la Regione Umbria e il Comune di Terni, per la riqualificazione architettonica e funzionale dell’area.

 “Con il documento abbiamo posto la prima pietra per l’edificazione di un progetto culturale con una forte ricaduta sull’intera Regione”, ha sottolineato l’assessore all’Istruzione dell’Umbria, Paola Agabiti.

Agabiti: “Il protocollo rappresenta la volontà di garantire un’offerta formativa di alto livello”

“Il protocollo – ha osservato Paola Agabiti – rappresenta per l’Amministrazione regionale la volontà di garantire un’offerta formativa di alto livello; un’offerta formativa capace di coinvolgere l’intero territorio ternano nella formazione universitaria”. “Ringrazio di cuore il presidente della Fondazione Carit per il sostegno e il contributo offerto alla progettazione degli interventi di riqualificazione di Pentima”.

Oliviero: “L’Ateneo intende proseguire il suo impegno nel ternano”

L’Ateneo intende proseguire il suo impegno nel territorio ternano – ha puntualizzato, poi, Maurizio Oliviero, magnifico rettore dell’Università di Perugia – rafforzando e consolidando la sua azione e la sua presenza”. “Crediamo fortemente nell’Università a Terni, e intendiamo portare avanti lo sviluppo dell’Ateneo in questo territorio”.

Un centro formativo di riferimento per il tessuto industriale locale

 L’intesa mirerebbe, nello specifico, a un centro formativo di riferimento per il tessuto industriale locale. Massima attenzione, dunque, per la formazione, l’aggiornamento, il supporto alla sperimentazione industriale, per la ricerca di base e applicata, con particolare riferimento ai settori della chimica verde, della metallurgia, dell’energia, dello sviluppo sostenibile, della transizione digitale 4.0, della prevenzione delle calamità naturali. Ambiti in cui Terni è già in grado di esprimere un vantaggio competitivo importante.

Automazione, efficienza energetica, economia circolare e simbiosi industriale in primo piano

Oltre a ciò, il progetto prevede l’ammodernamento delle attività industriali negli ambiti dell’automazione, dell’efficienza energetica, dell’economia circolare e della simbiosi industriale; in sinergia, ovviamente, con le politiche di tutela del territorio e con i processi di internazionalizzazione delle imprese e dell’offerta formativa.

Una struttura per ospitare gli studenti

 La Regione, inoltre, metterà a disposizione dell’Università degli Studi di Perugia ulteriori spazi, verificando anche la possibilità di realizzare una struttura destinata a ospitare studentesse e studenti universitari. L’Università, a sua volta, in collaborazione con la Regione e con l’Agenzia per il Diritto allo Studio Universitario dell’Umbria, si impegnerà nella creazione di percorsi didattici e formativi che prevedano l’aggregazione dei corsi di Ingegneria e di Economia, quali Master e Dottorati Industriali.

C-Labs, spazi di incontro e scambio intellettuale

 Nel testo sottoscritto anche la progettazione dei cosiddetti C-Labs, spazi di incontro e scambio intellettuale. Catalizzatori, insomma, di idee innovative, terreno di coltura per il trasferimento dei risultati della ricerca alle attività produttive. L’Ateneo, infine, contribuirà all’istituzione di un centro studi per la tutela dell’ambiente, per l’edilizia antisismica, lo studio e la gestione del rischio idrogeologico.

Latini: “Per Terni la presenza dell’Ateneo è un fattore determinante”

 Il sindaco Latini, da parte sua, ha rivolto un ringraziamento all’assessore alla Scuola del Comune di Terni, Cinzia Fabrizi, “per aver condotto un’intensa interlocuzione con la Regione e con l’Università”. “Per il Comune di Terni la presenza dell’Ateneo sul territorio è un fattore determinante, a livello culturale ed economico”.

“Abbiamo inserito fin dall’inizio il rilancio dell’area di Pentima come punto fondamentale della nostra strategia“, ha confessato Latini. “Riteniamo che il sito abbia le caratteristiche per favorire l’incontro tra studio, ricerca e impresa; il tutto in stretto rapporto con il polo industriale più importante dell’Umbria”.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!