Norcia, OdG dei Capigruppo in Consiglio Comunale “Sbloccare la ricostruzione”

Norcia, OdG dei Capigruppo in Consiglio Comunale “Sbloccare la ricostruzione”

Il sindaco Alemanno, “Bisogna favorire il recupero della competitività delle nostre aziende”

share

Il Consiglio Comunale  di Norcia si terrà martedì 8 maggio alle ore 11 a Campi di Norcia, nella struttura polivalente della Pro Loco.

Tra i temi discussi, dopo le comunicazioni del Sindaco, ci sarà un ordine del giorno congiunto approvato in Conferenza dei Capigruppo che focalizza l’attenzione sulla ricostruzione ed in particolare sulla introduzione di semplificazioni e la definizione di quadri di riferimento certi.

“La ricostruzione stenta a ripartire e siamo ancora bloccati – dice il Sindaco di Norcia, Nicola Alemanno – occorre semplificare e velocizzare i processi amministrativi per fare in modo che i professionisti consegnino i progetti e l’Ufficio Speciale per la Ricostruzione emetta i provvedimenti”. Tra le proposte presenti nell’ordine del giorno, la definizione di procedimenti semplificati di sanatoria edilizia per ridefinire le variazioni essenziali urbanistiche e strutturali in assenza di aumenti superiori al 10% di suolo o volume e quindi la semplificazione delle istruttorie per la concessione dei contributi.

“E’ assolutamente necessario che entri in carica il nuovo Governo: sono tante infatti le problematiche da affrontare che rischiano un’ empasse” prosegue Alemanno che sottolinea come . “abbiamo quanto mai bisogno di un Testo Unico per la Gestione delle Emergenze, una tematica non semplice che richiederà tempo nella discussione Parlamentare ma che non possiamo più rimandare, considerata la fragilità del nostro Paese: non possiamo gettare al vento l’esperienza fatta fino ad ora”.

Per ricostruire il territorio e farlo ripartire occorre poi sostenere lo sviluppo economico e il tessuto sociale fatto di piccole e medie e grandi aziende.

“Le nostre aziende devono recuperare competitività e poter programmare investimenti importanti i cui piani di rientro siano previsti nel lungo e lunghissimo periodo. Al Parlamento – continua il Primo Cittadino – chiediamo la sospensione per un peri     odo adeguatamente congruo dei termini di restituzione della busta pesante, del versamento dei contributi, dei tributi, delle tasse e delle imposte come la riattivazione della cassa integrazione in deroga, la ridefinizione dei mutui e dei prestiti personali.

Il Governo, la Regione, il Commissario Straordinario, ognuno per la propria competenza devono farsi carico dei molti problemi da affrontare e risolvere. Tante sono le risposte che la nostra Comunità attende – prosegue Alemanno – per questo chiediamo che entri in carica un Governo forte ed autorevole, pronto a sedersi ai tavoli con l’Europa. Lo chiediamo noi, lo chiede il Paese, lo chiede il Centro Italia colpita dal sisma, per ripartire insieme”.

Foto repertorio TO

share

Commenti

Stampa