Marsciano, la raccolta dei rifiuti organici diventa domiciliare - Tuttoggi

Marsciano, la raccolta dei rifiuti organici diventa domiciliare

Redazione

Marsciano, la raccolta dei rifiuti organici diventa domiciliare

Il servizio sarà inizialmente attivato in alcune aree del nord del comune per poi progressivamente estendersi al resto del territorio
Dom, 21/10/2018 - 07:35

Condividi su:


Marsciano, la raccolta dei rifiuti organici diventa domiciliare

Il nuovo servizio di raccolta della frazione organica, con contenitori domiciliari o composter, sarà inizialmente attivato in alcune aree del nord del comune per poi progressivamente estendersi al resto del territorio

In questi anni il Comune di Marsciano è stato costantemente impegnato nel miglioramento del servizio di raccolta differenziata dei rifiuti e la collaborazione positiva dei cittadini ha permesso di raggiungere importanti risultati, con una percentuale di differenziazione che oggi si attesta intorno al 66%.

Restano, tuttavia, alcune criticità e tra queste c’è la raccolta dei rifiuti organici che avviene con il sistema dei contenitori stradali di prossimità. Una raccolta che non raggiunge gli standard di qualità richiesti a causa della presenza nei contenitori anche di una frazione di indifferenziato che determina disservizi ed aggravi di costi per lo smaltimento.

Per questa ragione il Comune, in accordo con la società Sia, gestore del servizio della raccolta di rifiuti, ha deciso di introdurre, a partire dalle prossime settimane, un servizio domiciliare di raccolta dei rifiuti organici, mediante la consegna ad ogni utenza di appositi contenitori da 120 litri, con raccolta settimanale, che vanno ad aggiungersi ai 4 già presenti presso le famiglie (il cosiddetto poker) o, in alternativa, con la consegna di composter, ovvero bidoni dentro ai quali mettere scarti del giardino e dell’orto (erba, foglie, ramaglie, fiori) e scarti di cucina (avanzi di cibo, frutta, verdura) per ricavarne un ammendante organico naturale da riutilizzare nel proprio orto o giardino. Chi sceglierà di smaltire la propria frazione organica attraverso il compostaggio avrà uno sconto di € 50 sulla bolletta annua della Tari.

La consegna, casa per casa, dei contenitori per i rifiuti organici o dei composter verrà effettuata dal gestore del servizio che si avvarrà di personale autorizzato e opportunamente formato, le cui generalità verranno comunicate alle forze dell’ordine locali e potranno essere riscontrate dai cittadini sul sito internet www.siaambiente.it. Una volta completata la consegna dei contenitori a tutte le utenze di una zona verranno rimossi da quel territorio gli attuali contenitori stradali di prossimità.

Per illustrare ai cittadini le novità introdotte nella raccolta dei rifiuti il Comune, oltre ad accompagnare la consegna dei contenitori con una lettera e una brochure informativa, ha organizzato anche delle assemblee pubbliche che si terranno nelle varie aree del territorio comunale a partire dalle frazioni che saranno per prime interessate dal nuovo servizio. I primi tre incontri in calendario sono martedì 23 ottobre a Castiglione della Valle presso Il Faro, venerdì 26 ottobre a San Biagio della Valle presso la sala della pro-loco e martedì 30 ottobre a Badiola presso la sede del Circolo Ars. Agli incontri, che si terranno alle 21.00, saranno presenti rappresentanti dell’Amministrazione comunale insieme a tecnici del Comune e del gestore SIA. Nei prossimi giorni saranno comunicati anche luoghi e date dei successivi incontri.

In ogni caso per tutte le informazioni i cittadini possono consultare il sito www.siaambiente.it o contattare i numeri (da fisso) 800.667036 e (da cellulare) 075.5917125.

Con la partenza della raccolta domiciliare dell’organico verrà messa in atto anche un’importante fase di controllo e monitoraggio da parte delle guardie ecologiche che riguarderà tutte le utenze e che si avvarrà, come già sta accadendo, anche delle fototrappole, ovvero fotocamere mobili, posizionate in diversi punti del territorio, in grado di registrare l’eventuale abbandono di rifiuti in luoghi in cui non è consentito.


Condividi su:


Aggiungi un commento