Addio di Manca e Vergari alla maggioranza, passano al Pd "Serve nuova fase politica" - Tuttoggi

Addio di Manca e Vergari alla maggioranza, passano al Pd “Serve nuova fase politica”

Davide Baccarini

Addio di Manca e Vergari alla maggioranza, passano al Pd “Serve nuova fase politica”

Mar, 04/05/2021 - 17:52

Condividi su:


Addio di Manca e Vergari alla maggioranza, passano al Pd “Serve nuova fase politica”

La maggioranza perde ancora pezzi, gli ex del Gruppo Misto passanno all'opposizione. Bordate all'amministrazione Stirati "Non c'è reale volontà di innovazione"

Dalla maggioranza all’opposizione. Gli ex ‘Liberi e DemocraticiGiorgia Vergari e Giovanni Manca sono fuoriusciti in queste ore anche dal Gruppo Misto (dal quale sostenevano comunque il sindaco Stirati) per approdare tra le file del Partito Democratico.

Vediamo che ad oggi – hanno dichiarato – non ci sia ancora una reale volontà di innovazione sia nel metodo che nel merito dell’azione amministrativa. Mentre altri Comuni adottano scelte coraggiose a sostegno di cittadini e imprese, a Gubbio prendiamo atto dell’assenza di una volontà di ridisegnare il futuro della nostra comunità, assistendo a pratiche politiche che speravamo fossero superate. Si decide di non decidere“.

Crediamo che a Gubbio sia ormai irreversibile l’apertura di una nuova fase politica, che veda al centro le forze politiche e non più le liste civiche. È evidente che, per tradizione e per cultura, la città chiede a gran voce un ruolo forte ed autorevole del Partito Democratico il quale, grazie alla svolta compiuta con l’elezione di Massimiliano Grilli a segretario, crediamo che possa finalmente assumere“.

I partiti organizzati a tutti i livelli saranno il motore pulsante di una nuova stagione politica e non certo i ‘gruppetti e gruppettini’ che di facciata si proclamano come democratici e innovatori e sotto strizzano l’occhio alle vicende interne del Pd. Noi siamo diversi – continuano Manca e Vergari – In politica servono scelte chiare e non giocare a nascondino. Scegliamo e crediamo nel Pd nato dal congresso del 24 aprile, come nuovo soggetto in grado di costruire una coalizione di forze riformiste per offrire a Gubbio capacità di scelta e coraggio di governo, autorevolezza, spazi di vera partecipazione democratica per i cittadini”.

Da oggi (4 maggio), dunque, Manca e Vergari hanno annunciato che la loro esperienza continuerà dai banchi dell’opposizione “con rispetto dei ruoli e concretezza costruttiva, perseguendo sempre l’interesse generale di Gubbio“. Per effetto di questo passaggio i consiglieri di minoranza salgono a 11, contro i 13 della maggioranza. L’ennesimo scossone – dopo l’esodo dai Led e le dimissioni di Mancini – che, oltre a cambiare la geografia del Consiglio comunale potrebbe influire anche su altre dinamiche politiche dell’amministrazione Stirati.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!