I PRIMI D’ITALIA: KERMESSE MOZZAFIATO TRA PASTA E BELLEZZA - Tuttoggi

I PRIMI D’ITALIA: KERMESSE MOZZAFIATO TRA PASTA E BELLEZZA

Redazione

I PRIMI D’ITALIA: KERMESSE MOZZAFIATO TRA PASTA E BELLEZZA

Sab, 27/09/2008 - 12:26

Condividi su:


I PRIMI D’ITALIA: KERMESSE MOZZAFIATO TRA PASTA E BELLEZZA

E’ stata Ambra Giardini Cenci ad impreziosire il Villaggio del Riso e Tipicità Venete, ubicato presso la taverna del Rione Croce Bianca in via Butaroni. Lo chef qui propone polenta di riso con ragù della Laguna Veneta, risotto del Delta ai Radicchi Veneti, mantecato alla Casatella Trevigiana DOP, e risotto veronese al Tastasal, il tutto accompagnato da ottimi vini del Veneto e da favole, racconti e filastrocche della tradizione contadina. Gli squisiti piatti, preparati da Gabriele Ferron con la collaborazione dell’Istituto Alberghiero di Adria, possono essere gustati solo previa prenotazione, alla luce dello straordinario successo decretato dai visitatori che affollano il Villaggio. Ma non è solo questo è registrare un boom di presenze. Ugual successo lo riscontrano la taverna dell’Ammanniti, in via Gramsci, che ospita il Villaggio dei Cubetti, quella del Pugilli, in via Mentana, il Villaggio della Polenta; solo per citarne alcune, tutte degne di visita e di…assaggio!,

C’è poi il Villaggio degli Gnocchi e della Pasta fresca, il Villaggio della Pasta – ricette creative, il Villaggio della Pasta – Tradizione e tipicità, il Villaggio del Riso, il Villaggio del Pomodoro, il Villaggio del Mare, il Villaggio Sapori di Toscana, il Villaggio delle Tipicità locali, olio e zuppe, il Villaggio dei Ravioli e Stringozzi ed il villaggio del Tartufo, mentre il Villaggio Prima dei Primi, in via Gramsci, con frizzanti happy hour e musica, ed il Villaggio Gluten free, presso la taverna del Pugilli, che propone piatti senza glutine, per diete ed intolleranze.

Ma il Festival della Pasta non si ferma a tutto questo. Ci vuole solo un po’ di paziena e….di apetito per scoprirli: esposizioni di prodotti tipici a marchio protetto, sculture e abiti realizzati con la pasta, pubblicazioni enogastronomiche e molto altro ancora, per una kermesse davvero ricca e…golosa!

(Francesca Benedetti)


Condividi su:


Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!