Gadget personalizzati, come prepararsi all’estate

Gadget personalizzati, come prepararsi all’estate

Il ruolo di gadget e personalizzazione per il marketing

share

Recenti statistiche elaborate da società di consulenza strategica anglosassoni nel campo del marketing, hanno analizzato il rapporto esistente tra personalizzazione, valorizzazione del brand e rilascio di gadget.

I dati indicano che i consumatori – nel 72% dei casi – sono più portati ad effettuare un’esperienza di acquisto di un marchio che abbia concesso un gadget personalizzato.

Più che al valore dell’oggetto in sé, è il ricordo positivo dell’esperienza a restare fortemente impresso nella mente dell’utente. Meglio ancora se la situazione / le situazioni nelle quali il consumatore si avvarrà dell’articolo sono costituite da momenti piacevoli, rilassanti, emozionali, insomma esperienze positive da abbinare al brand in questione.

Da qui il focus di molte imprese su gadget strettamente legati a vacanze, escursioni, divertimento, sport, in particolare a ridosso della stagione estiva.

Di seguito, vi forniamo un elenco di alcuni tra gli articoli di maggior successo che possono fungere da gadget personalizzati per l’estate.

  • T-Shirt / Polo. L’abbigliamento personalizzato garantisce numerosi benefici, dalla riconoscibilità in un contesto fieristico o pubblico per diventare un punto di riferimento per i clienti, alla costante pubblicità che si riesce a fare, in modo gratuito e discreto, grazie ad un abbigliamento recante il proprio logo. Per la personalizzazione si può optare per la stampa in serigrafia o per la stampa diretta su tessuto, anche se la forma più pregiata resta indiscutibilmente il ricamo, che impreziosisce notevolmente il capo e gli conferisce un aspetto di professionale ed elegante.
  • Infradito. Sinonimo di mare, tempo libero, spensieratezza, ideali per lunghe passeggiate estive, per andare in piscina o semplicemente per stare comodamente a casa, diventano le nostre scarpe preferite per il lungo periodo caldo. Sono un accessorio facile da personalizzare, col quale potersi sbizzarrire con colorazioni e disegni accattivanti.
  • Pallone. Un pezzo irrinunciabile per prepararsi adeguatamente alla campagna estiva di marketing all’insegna dei gadget. Gli articoli sportivi sono considerati giustamente tra i più appetibili da personalizzare perché generano molto facilmente discussioni, dibattiti, controversie, episodi che restano scolpiti nella memoria. Il pallone è probabilmente il più simbolico tra essi, inoltre è legato ad amicizia, socializzazione, svago, divertimento, lunghe e appassionanti partite di svariati sport (dal calcio al beach volley) su spiagge assolate.
  • Asciugamani. Un gadget tra i più desiderati e benvoluti da parte dei clienti, che consente anche una discreta visibilità al logo aziendale. Le tecniche di personalizzazione sono molto varie, ed ognuna di essa presenta dei vantaggi specifici. Tra esse rammentiamo: il ricamo (utilizzato prevalentemente per personalizzazioni di piccole dimensioni), la sublimazione (applicabile alla microfibra), la serigrafia, la “tecnica jacquard” (ottimo compromesso tra stampa e ricamo per i teli in cotone) e la stampa digitale.
  • Borsa Frigo. Un oggetto tipicamente estivo, sempre più diffuso, che presenta un’ampia area di personalizzazione. È possibile adattare le esigenze aziendali di personalizzazione scegliendo dimensioni, forma (formato shopper, a tracolla) e pieghevolezza delle borse frigo da distribuire agli utenti.

Oltre agli articoli precedentemente citati, particolarmente adatti alla stagione estiva, va sottolineato il ruolo cruciale dell’abbigliamento personalizzato.

Un ruolo acuito da una fase in cui la pubblicità sui canali tradizionali (televisione, giornali, etc.) è dispendiosa ed ha un coefficiente di penetrazione molto più ridotto rispetto al passato, ed allo stesso tempo annunci e inserzioni su internet e social network producono risultati incerti e vantaggi tangibili solo dopo numerosi tentativi.

Avere un buon numero di persone che indossano una t-shirt o una polo col proprio logo impresso, vuol dire disporre letteralmente di “walking advertising” a costo zero.

Un marchio originale e memorabile inoltre può generare discussioni e suscitare l’interesse di altri potenziali acquirenti. Chiaramente in questo campo la concorrenza è agguerrita, per cui è necessario essere creativi, singolari, intercettare nel più breve tempo bisogni e desideri dei clienti distinguendosi positivamente dalla concorrenza.

I vantaggi di una corretta politica di personalizzazione

I consumatori oggi desiderano la personalizzazione e non intendono essere identificati come un semplice numero dall’impresa che scelgono per i loro acquisti: si aspettano un’esperienza unica e strettamente riservata a loro.

Le reazioni dei consumatori rispetto alle attività intraprese da un’azienda dipendono in primis da ciò che essi ricordano del suo brand, sicché anche azioni di marketing a breve termine, come il rilascio di gadget a eventi o fiere, finiscono inevitabilmente per ridurne o accrescerne il successo nel presente come nell’immediato futuro.

Una accurata politica di personalizzazione porta una serie di vantaggi già nel breve-medio periodo, che andiamo di seguito ad analizzare:

  • Fidelizzazione del consumatore. Si tratta di un fattore critico di successo nel mercato contemporaneo, per definizione incerto e volatile. Detenere un solido pacchetto di clienti fidelizzati incide positivamente innanzitutto in termini di costi, permettendo di risparmiare su nuove, dispendiose politiche di acquisizione. Un cliente fedele rappresenta un prezioso alleato in termini di passaparola, nuovi contatti ed ha attitudini di acquisto altamente leali verso il marchio.
  • Netto miglioramento dell’esperienza del consumatore. I clienti sono più a loro agio nel fornire informazioni personali ai loro brand preferiti se ottengono qualcosa in cambio. Compilano moduli, scaricano white paper, partecipano a sondaggi per ottenere sconti e indicano i loro acquisti o articoli preferiti. Con tutta questa marea di dati a disposizione, il consumatore si aspetta che le aziende proteggano le informazioni sensibili e offrano esperienze d’acquisto migliori e ulteriormente personalizzate al loro ritorno.
  • Implementazione dell’engagement del cliente. Coinvolgere il consumatore è un task fondamentale per qualsiasi brand voglia costruire con lui un rapporto duraturo e ripetuto nel tempo ed una regola basilare per accrescerne il coinvolgimento è entrare a far parte della sua vita, anche tramite il rilascio di gadget altamente simbolici e riconoscibili.
  • Distinguersi positivamente dalla concorrenza. Le ricerche nel campo del marketing hanno dimostrato che i brand possono differenziarsi con successo sulla base di attributi apparentemente insignificanti se, nonostante ciò, i consumatori vi associano benefici opportuni.

Questi elementi ci consentono di porre l’accento sull’importanza per le aziende di investire nella personalizzazione di gadget, uno strumento dopotutto semplice, che può rivelarsi prezioso per incrementare la brand awareness, ottenere cospicui risparmi in termini di costi di pubblicità, risultando vincente in termini di ROI (return on investment).

share

Commenti

Stampa