Furti e spaccate in Centro Italia, scoperta "banda del carro attrezzi". 8 fermati - Tuttoggi

Furti e spaccate in Centro Italia, scoperta “banda del carro attrezzi”. 8 fermati

Davide Baccarini

Furti e spaccate in Centro Italia, scoperta “banda del carro attrezzi”. 8 fermati

Gio, 08/04/2021 - 15:13

Condividi su:


Furti e spaccate in Centro Italia, scoperta “banda del carro attrezzi”. 8 fermati

I carabinieri di Siena hanno eseguito un “decreto di fermo di indiziato di delitto” a carico di 8 uomini di etnia sinti, l'operazione "Ostentazione" è stata condotta in ben 5 province

Potrebbe essere davvero finita la lunga serie di spaccate notturne con carro attrezzi rubati nel Centro Italia che, in pochi giorni, aveva interessato anche l’Umbria con ben tre episodi molto ravvicinati.

Fermati 8 uomini di etnia sinti

È infatti in corso, dalle prime luci dell’alba, un’operazione – denominata “Ostentazione” – condotta dai carabinieri di Siena in ben 5 province. I militari hanno eseguito un “decreto di fermo di indiziato di delitto” a carico di 8 uomini di etnia sinti, dediti a rapine e furti aggravati ai danni di bancomat (e non solo) e alla ricettazione dei relativi proventi. Il provvedimento è stato adottato dall’Autorità giudiziaria perché si sarebbe ravvisato “il pericolo di fuga da parte degli interessati”.

Spaccata con carro attrezzi nella notte, bancomat sradicato. Colpo da 20mila euro

4 spaccate con carro attrezzi

Le indagini, che hanno avuto origine dall’analisi di alcuni furti in abitazione consumati la scorsa estate nella provincia di Siena, hanno permesso di delineare l’articolata composizione di un gruppo criminale con numerose basi logistiche nel centro Italia, ritenuto responsabile di 2 rapine consumate nelle province di Siena e Arezzo (travestiti da carabinieri) a dicembre 2020, 4 spaccate con carro attrezzi ai danni di sportelli ATM nelle province di Roma e Perugia e 10 furti nelle province di Siena e Macerata tra agosto e dicembre 2020.

Boato nella notte, assalto al bancomat col carro attrezzi. Furto sventato da carabinieri

Appoggi logistici e l’importanza delle donnde

I vari appoggi logistici in Umbria e Toscana erano favoriti anche da radicati rapporti familiari dei sinti, che avevano basi in vari campi nomadi, fornendo così agli indagati un costante sostegno nelle attività delittuose, nonché una continua interscambiabilità di ruoli nell’attuazione delle rapine. Importante anche il ruolo delle donne, vere e proprie sentinelle che attuavano sopralluoghi preliminari per individuare auto e carro attrezzi da rubare, oltre alle vie di fuga da prendere dopo le rapine.

Assalto al bancomat col carroattrezzi, ladri fuggono a mani vuote

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!