Fondi Miur per le scuole e cofinanziamento, il Comune chiarisce “Sbagliata la delibera, ne faremo un’altra”

Fondi Miur per le scuole e cofinanziamento, il Comune chiarisce “Sbagliata la delibera, ne faremo un’altra”

L’amministrazione comunale interviene sul cofinanziamento previsto per le domande avanzate al Miur e poi sparito

share

Sulla delibera di Giunta del Comune di Spoleto di inizio settembre alla base della richiesta di finanziamenti al Miur per le scuole di Spoleto – domande tutte bocciate – interviene con una nota di chiarimento la stessa amministrazione comunale.

“In riferimento alla richiesta di finanziamenti presentata al Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca (MIUR), l’amministrazione comunale ritiene utile fornire ulteriori elementi di chiarezza affinché, in totale trasparenza, sia possibile avere un quadro puntuale dell’iter seguito.

​La formulazione della proposta di deliberazione è stata inizialmente redatta inserendo nell’elenco, erroneamente, sia le scuole Dante Alighieri e Prato Fiorito, sia la possibilità da parte dell’Ente di cofinanziare alcuni degli interventi. Questo è avvenuto perché si è ragionato su un eventuale impegno futuro delle risorse necessarie e, quindi, circa la non necessità di avere immediatamente il parere di regolarità contabile.


Scuole Spoleto, Comune ricorda “Sono tutte agibili” | Chiesti oltre 2 milioni al commissario straordinario


Il riferimento all’acquisizione di tale parere nella Deliberazione di Giunta Comunale n° 242 del 3 settembre 2019 è riconducibile unicamente ad un errore materiale che, conseguentemente, renderà necessaria una delibera di rettifica in occasione della prossima seduta di Giunta (gli uffici stanno lavorando alla predisposizione della proposta di deliberazione).

Detto ciò, è utile anche spiegare che l’ufficio tecnico, prendendo atto immediatamente dell’errore contenuto nella Deliberazione n° 242, ha provveduto ad inserire correttamente i dati nella piattaforma MIUR, escludendo sia la Dante Alighieri e Prato Fiorito, essendo oggetto di un diverso canale di finanziamento, su cui tra l’altro il Comune ha presentato un ricorso di fronte al TAR del Lazio, sia la previsione di risorse relative all’eventuale cofinanziamento: ciò significa che tutta la documentazione sottoposta all’esame del MIUR risulta assolutamente corretta.

Successivamente gli uffici tecnici hanno comunicato la variazione effettuata alla Giunta Comunale che, con Comunicazione n° 292 del 18 settembre 2019, ne ha preso atto.

Per quanto riguarda il ricorso relativo alla Dante Alighieri e Prato Fiorito si informa che il Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio ha ordinato al Commissario Farabollini di produrre, entro i prossimi trenta giorni, tutta la documentazione relativa alle due scuole.


Ricorso al Tar sul definanziamento del Polo Scolastico, se ne riparla a dicembre

share

Commenti

Stampa