Fermato con un etto di marijuana nelle tasche, arrestato 21enne

Fermato con un etto di marijuana nelle tasche, arrestato 21enne

Nigeriano bloccato mentre era con un connazionale 28enne | Denunciato anche quest’ultimo, in casa aveva 130 grammi di marijuana e mille euro | Tunisino rimpatriato

share

Quasi due etti e mezzo di marijuana sequestrata e due giovani nigeriani fermati, con uno che è stato arrestato e l’altro denunciato a piede libero. E’ l’esito dell’attività della sezione antidroga della squadra mobile di Terni effettuata lunedì.

Gli agenti, nel corso di un servizio di osservazione iniziato poco fuori la stazione ferroviaria, hanno notato alcuni movimenti sospetti da parte di un 21enne straniero che, dopo essere stato raggiunto di un connazionale, è stato bloccato in via Cesare Battisti. Il nervosismo mostrato dal ragazzo ha indotto la polizia ad approfondire il controllo.

Il 21enne è stato quindi perquisito e nelle tasche dei pantaloni gli agenti hanno trovato 4 involucri contenenti 100 grammi di marijuana. L’altro giovane, un 28enne sempre nigeriano, aveva con sé un mazzo di chiavi, risultato essere di un appartamento proprio in via Battisti. All’interno dell’abitazione, gli agenti della Mobile hanno trovato materiale utile alla preparazione ed al confezionamento della droga in singole dosi, ma anche uno zaino all’interno del quale c’erano altri 130 grammi di marijuana divisi in 5 involucri e circa mille euro, ritenuti provento di attività di spaccio. Il 28enne è stato quindi denunciato a piede libero per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti.

Nell’appartamento c’erano altri 3 nigeriani: su di loro sono in corso accertamenti da parte dell’ufficio immigrazione per verificare la regolarità delle loro posizioni sul territorio nazionale.

Il 21enne arrestato, invece, è stato portato in tribunale dove l’arresto è stato convalidato, con il giudice che ha disposto per lui la misura del divieto di dimora nel comune di Terni.

Sempre nei pressi della stazione, una Volante, invece, ha notato ieri un cittadino tunisino pluripregiudicato già noto alla polizia. L’uomo ha cercato di sottrarsi al controllo salendo su un autobus, ma è stato bloccato ed accompagnato in questura. Qui gli agenti dell’ufficio immigrazione, dopo gli accertamenti, hanno emesso un nuovo decreto di espulsione con accompagnamento immediato al Centro permanenza e rimpatri di Potenza.

Dall’inizio del mese di maggio è il quarto cittadino irregolare rintracciato sul territorio ternano dalle forze di polizia che viene espulso mediante accompagnamento immediato presso un centro espulsioni.

share

Commenti

Stampa