Elezioni Terni, Di Girolamo contro Todini / "Nessuno ricorda un suo atto" - "Legga mio curriculum" - Tuttoggi

Elezioni Terni, Di Girolamo contro Todini / “Nessuno ricorda un suo atto” – “Legga mio curriculum”

Redazione

Elezioni Terni, Di Girolamo contro Todini / “Nessuno ricorda un suo atto” – “Legga mio curriculum”

Dom, 30/03/2014 - 11:42

Condividi su:


Si accendono i toni della campagna elettorale che sta conducendo verso le amministrative di Terni 2014. Sotto il mirino c'è Franco Todini, candidato sindaco con la lista civica Il Cammello, che, dopo la presentazione del programma elettorale a Palazzo Spada, ha raccolto aspre critiche. La prima era arrivata nella giornata di ieri da Vanio Ortenzi, anche lui candidato sindaco con una lista civica, Il Giacinto, poi ha fatto seguito la nota dell'attuale sindaco di Terni, Leopoldo Di Girolamo, che 'accusa' Todini di non aver fatto proposte concrete nel suo programma, e di non essersi mai interessato alle questioni del territorio anche quando ne avrebbe avuto la possibilità. Leggiamo la nota del sindaco: “Nel suo programma elettorale il candidato del Cammello dice di voler mettere a disposizione di Terni l’esperienza trascorsa ai vertici amministrativi della Regione Umbria. Sinceramente, di questa lunga esperienza professionale – durata ben 38 anni – la nostra città ricorda poco o nulla. E non per un problema di ‘memoria corta’. In tutto questo tempo non ci risultano atti, impegni né alcun interesse verso le tante questioni che hanno riguardato la nostra città, nonostante la funzione apicale ricoperta per anni nella massima istituzione regionale. Lo stesso programma elettorale, di cui abbiamo potuto prendere visione, appare come un insieme disomogeneo di proposte, a volte astrattamente condivisibili e in molti altri casi banali o fuori dalla realtà. Poche le idee concrete, peraltro già avviate dalla nostra amministrazione. Come nel caso del “nuovo ospedale Santa Maria”: insieme alla ‘vituperata’ Regione e ai Parlamentari del territorio, abbiamo reperito le risorse per avviare il restyling della struttura. A partire dai primi 3,6 milioni di euro già
finanziati dal Governo. In merito al rapporto con la Regione Umbria, vale
la pena ricordare come un terzo degli investimenti fatti dal Comune di Terni in
questi anni – fra cui il PIT della stazione ferroviaria, la Maratta-Gabelletta
e il nuovo acquedotto di Scheggino – siano stati già finanziati attraverso
fondi regionali. Sempre nel programma si parla strumentalmente di “declino
per colpa delle sinistre”, ma la realtà è diversa: la nostra amministrazione ha
navigato in un mare difficile, agitato dalla crisi e da tagli pesantissimi agli
enti locali. In questo percorso siamo riusciti a garantire la stabilità
economico-finanziaria e, senza perderci in chiacchiere, progetti concreti. Il
risultato è una città che, rispetto a molte altre realtà, è riuscita a mantenere buoni standard in termini di qualità della vita”.
Non si è fatta attendere la risposta di Franco Todini che invita il primo cittadino a “leggersi il curriculum” e di riconoscere i meriti della sua attività come segretario generale del consiglio regionale. Leggiamo cosa dice Todini: “E' sintomatico dell'ignoranza che governa questa città se un sindaco, nonché ex senatore della Repubblica, che quindi si presume abbia frequentato le aule del Senato, non conosca o faccia finta di non conoscere la differenza che c'è tra il ruolo del politico che prende le decisioni con quello di un dirigente, seppure apicale, di un'assemblea legislativa. La mia missione come Segretario Generale del Consiglio Regionale era quella di supportare l'assemblea legislativa nelle sue prerogative.
Se avrà la compiacenza di leggersi il mio curriculum, il sindaco potrà ben
comprendere quello che ho fatto per il Consiglio Regionale dell'Umbria e quindi per l'Umbria intera, compresa Terni. Ho realizzato in anni non sospetti servizi di partecipazione attiva con i cittadini, di inclusione sociale, di trasparenza che hanno fatto assurgere l'Umbria come prima regione in Italia e anche in Europa sul fronte della democrazia in rete. Tutti questi servizi hanno vinto premi a livello nazionale e riconoscimenti a livello internazionale. Vorrei concludere dicendo che se la conoscenza è il presupposto dello sviluppo, questa amministrazione dimostra di essere completamente inadeguata.

Intanto il fronte anti Di Girolamo cerca di compattare tutte quelle liste civiche che, mai come quest'anno, sono nate per cercare di avviare il cambiamento della città. L'appello viene questa volta da Paolo Crescimbeni, candidato sindaco di Forza Italia, che chiama a raccolta tutte le forze: “Qualcuno parla incessantemente di un argomento, forse a lui caro, quello delle poltrone e delle relative promesse. Se si riferisce alla mia persona, come qualcuno ha interpretato, cadrebbe nel ridicolo. Nel mio ufficio ci sono solo sedie, sedie di lavoro e non poltrone, nell’ufficio del Sindaco sarà la stessa identica cosa. Solo chi chiacchiera poco e si rimbocca le maniche, seduto o meno che sia, vi avrà accesso. A tutte le mini-liste, che animano la scena di quanti si oppongono all’attuale Amministrazione, rinnovo l’invito a fare la sola cosa che possa renderle credibili, pur mantenendo ognuna la propria specificità: collegarsi tutte in un’unica coalizione per il cambiamento e il rinnovamento della civica amministrazione e quindi della nostra città.
Cosi facendo, avendo ognuno un proprio ruolo (se questa è la spartizione della quale qualcuno parla, va bene così), ma con obiettivi comuni, coglieremo matematicamente quella vittoria che la città di Terni ci chiede.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!