Eggi, boom di presenze con i premi “Talegalli”, “Don Rota” e “Verseggiando”. Tutti pazzi per gli asparagi: si chiude il 1 maggio - NUOVE FOTO - Tuttoggi

Eggi, boom di presenze con i premi “Talegalli”, “Don Rota” e “Verseggiando”. Tutti pazzi per gli asparagi: si chiude il 1 maggio – NUOVE FOTO

Redazione

Eggi, boom di presenze con i premi “Talegalli”, “Don Rota” e “Verseggiando”. Tutti pazzi per gli asparagi: si chiude il 1 maggio – NUOVE FOTO

Lun, 30/04/2012 - 19:58

Condividi su:


Eggi, boom di presenze con i premi “Talegalli”, “Don Rota” e “Verseggiando”. Tutti pazzi per gli asparagi: si chiude il 1 maggio – NUOVE FOTO

Punto Eggi si avvia alla conclusione di questa XX edizione (domani, 1 maggio, il gran finale che segnerà la chiusura degli stand). I numeri di questo ultimo week end hanno fatto registrare 3mila presenze con più di 1.000 pasti, tutti ovviamente a base di asparagi e preparati grazie alle sapienti mani delle volontarie e dei volontari dell’Associazione Amici di Eggi. Fra gli ospiti dei giorni scorsi anche una trentina di neozelandesi e una decina di americani che hanno apprezzato gli strangozzi e il trebbiano. Due gli eventi clou che hanno caratterizzato il fine settimana. A cominciare dalla consegna dei premi “Talegalli” e “Don Guerrino Rota”. A presentare la serata è stata Elisabetta Comastri che ha affiancato il presidente dell’associazione Luigi Castellani. Il riconoscimento intitolato alla memoria di Alberto Talegalli è stato attribuito a varie personalità del mondo del sociale, della cultura, dell’economia e dello sport. A ricevere l’ambito Premio sono stati i coniugi Ponziano Benedetti e Anna Maria Landini (fautori di realtà come la Mensa della Misericordia, la Polisportiva per diversamente abili e la Casa di accoglienza per madri nubili solo per citarne alcune), la dirigente scolastica Maria Antonietta Albanese (definita dalla presentatrice una “Grande madre” della scuola e della formazione a Spoleto), l’Associazione cultuale ‘Bisse’ che contribuisce a promuovere tra i giovani la danza, il teatro e la musica (la compagnia negli ultimi anni si è esibita in Francia, Texas e ha avviato una collaborazione con l’Ambasciata argentina per lo spettacolo Carapintada), la società Forti Srl, da 65 anni presente sul territorio con 23 addetti impegnati nel settore dell’edilizia civile e, non da ultimo, la società sportiva Il Movimento che dal 1996 promuove fra Spoleto, Montefalco e la Valnerina la ginnastica artistica grazie ai suoi 5 centri sportivi. Il Premio “Don Guerrino Rota” è stato attribuito ai fratelli Zefferino e Maria Flora Monini “per l’attenzione dimostrata negli anni verso le necessità del centro di Solidarietà. Una vicinanza espressa sempre con grande discrezione e gentilezza di animo: un felice connubio tra imprenditorialità e sensibilità sociale” come ha voluto sottolineare monsignor Eugenio Bartoli che ha ereditato la guida del Centro Italiano di Solidarietà. Ad allietare la serata i giovani musicisti della scuola di musica Onofri. Tante le autorità che hanno preso parte alla serata a cominciare dal sindaco Daniele Benedetti, (commosso quando i genitori hanno ricevuto il “Talegalli”), al presidente del consiglio comunale Patrizia Cristofori e l’arcivescovo di Spoleto-Norcia monsignor Renato Boccardo. Il giorno seguente è stata la volta di “VersEGGIando”, il concorso di poesia al quale hanno preso parte tanti poeti da tutta Italia (318 le liriche selezionate dalla Giuria presieduta dalla Comastri). A consegnare i premi sono stati il sindaco Benedetti, il vice sindaco Stefano Lisci, il presidente della commissione controllo e garanzia della provincia di Perugia Giampiero Panfili (ai presenti è giunto il saluto dell’assessore alla cultura Donatella Porzi assente per sopraggiunti impegni istituzionali), il presidente del ConSpoleto Tommaso Barbanera, la dirigente Morena Castellani, il preside del liceo sicentifico “A. Volta” professor Mario Barbetti e due dei giurati, l’ingegnere Roberto Gennaro di Genova e la professoressa Maria Cristina Calzibelli. Autorità e organizzatori hanno sottolineato la crescita del Concorso che quest'anno ha visto la presenza in città di quasi tutti i premiati accompagnati dalle rispettive famiglie. Le liriche sono state lette dall’astro nascente del teatro italiano, la spoletina Diletta Masetti, accompagnata dal violino di Alessandro Sabatini. A ricevere il Premio, dal primo al terzo classificato, sono stati: Sezione “A” (studenti elementari): Silvia Ricciardi (“Il gioco dei se”, Bari), Penelope Ena (“Pioggia di campagna”, Bazzano di Spoleto) e Sofia Alimenti (con la poesia “La paura” – S. Maria in Campis, Spoleto). Sezione “B” (studenti scuole medie inferiori): Giovanna Potettu (“Sappiamo attendere”, Genola – Cuneo), Emilia Monaco (“Il segreto della luna”, Stornarella– Foggia) e Chiara Sabena (“La ragazza degli arcobaleni”, Savigliano Cuneo). Sezione “C” (studenti scuole medie superiori): Ilaria Nizi (“In uno sguardo”, Spoleto), Roberto Modafferi (“Alla poesia”, ReggioCalabria), Cristian Crispini “Mezzanotte”, Spoleto) ex aequo con Barbara Sabatini (“Parole d’ombra”, Spoleto). Sezione “D” (adulti): Floredana De Felicibus Floredana (“Il tempo acerba delle more”, Atri – Teramo), Antonella Ortolani (“Nella pace”, Firenze) e Matteo Pizzoli (“Liquido”, Spoleto). Sezione “E” (silloge): Maria Adelaide Petrillo (“Vaghi anelli di fumo”, Parma), Giacomo Giannone (“Del mito”, Torino) e Martina Perna (“Pensieri notturni”, Serino – Avellino). Ai vincitori delle varie sezioni è andato anche un premio in denaro, mentre i finalisti della sezione “Silloge” hanno ricevuto la pubblicazione delle proprie poesie in un libro che sarà distribuito in tutta Italia.

Foto Associazione Amici di Eggi©

(Aggiornato alle 22.48)


Condividi su:


Aggiungi un commento