Divieti Covid, l'Umbria si prepara al giallo ma Natale e Capodanno saranno in rosso

Divieti Covid, l’Umbria si prepara al giallo ma Natale e Capodanno saranno in rosso

Redazione

Divieti Covid, l’Umbria si prepara al giallo ma Natale e Capodanno saranno in rosso

Mer, 02/12/2020 - 10:08

Condividi su:


Divieti Covid, l’Umbria si prepara al giallo ma Natale e Capodanno saranno in rosso

Divieti Covid, l’Umbria si prepara a tornare gialla, ma Natale e Capodanno saranno in rosso. Dopo il confronto di ieri con le Regioni e il vertice di maggioranza della notte, questa sera il Governo (la riunione del Consiglio dei ministri è fissata per le 21) si riunirà per varare il nuovo Dpcm anti Covid in vigore dal 4 dicembre e un apposito decreto che regolamenterà il periodo delle vacanze di Natale e Capodanno.

AGGIORNAMENTO – Il Consiglio dei Ministri, su proposta del Presidente Giuseppe Conte e del Ministro della salute Roberto Speranza, ha approvato le modificazioni urgenti dell’attuale legislazione per fronteggiare i rischi sanitari connessi alla diffusione del virus COVID-19. Come anticipato vengono confermate le misure delle giornate di festa in “rosso” per tutto il territorio.

L’Umbria gialla

L’Umbria si attende una “promozione” nella zona di rischio gialla, come aveva anticipato la presidente Donatella Tesei. In virtù del calo del numero dei contagi, dell’aumento dei posti letto destinati ai pazienti Covid e degli aggiustamenti sui tracciamenti.

Umbria gialla Covid, il retroscena
Ordinanza regionale per scuola e negozi

Un passaggio in zona gialla che, rispetto alla situazione attuale, in caso di proroga delle norme dell’attuale Dpcm consentirebbe gli spostamenti da un comune all’altro all’interno della regione, senza bisogno di comprarne i motivi attraverso l’autocertificazione. Inoltre, bar e ristoranti possono restare aperti fino alle 18. Misure nazionali alle quali si aggiungono quelle delle ordinanze della Regione (per scuole medie, aperture domenicali dei negozi, sport) e in alcuni casi dei Comuni, con la chiusura di aree a rischio assembramenti.

Natale e Capodanno in rosso

Ma il Natale e il Capodanno, in tutta Italia, si prospetta rosso, più che “giallo rafforzato” visto dal presidente Conte. E non sarà il rosso della festa, ma quello dei divieti anti Covid. Una stretta che, secondo le anticipazioni, inizierà il 21 dicembre e si protrarrà fino all’Epifania o forse fino a domenica 10 gennaio. Un periodo nel quale saranno vietati gli spostamenti tra le regioni, anche tra quelle in zona gialla. Nei giorni 25 e 26 dicembre e 1° gennaio gli spostamenti dovrebbero essere vietati anche tra comuni.

Il Governo è intenzionato anche a vietare i ricongiungimenti familiari. Probabile anchce il divieto di raggiungere le seconde case. Si potrà invece tornare al proprio domicilio.

Feste con il coprifuoco

Resta il coprifuoco alle 22. Anche la vigilia di Natale e per Capodanno. La messa di Natale, tema molto discusso negli ultimi giorni, potrebbe essere anticipata alle 20. Su questo c’è un’interlocuzione con la Conferenza episcopale italiana.

Quanto al cenone in casa, sarà limitato ad un numero ristretto (l’indicazione al momento è 10). Oggi si deciderà se limitarlo ai soli parenti conviventi o consentire la riunione anche tra genitori e figli che abitano separatamente. In particolare, si pensa a deroghe per gli anziani soli.

I negozi, secondo l’accordo raggiunto, dovrebbero chiudere alle 21 e i centri commerciali restare aperti anche nel fine settimana, fino al 20 dicembre.

Insomma, l’impostazione è quella di evitare il più possibile occasioni di assembramento (anche in famiglia) e spostamenti, per impedire la terza ondata Covid.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!