De Luca del M5S si dimette da consigliere comunale perché eletto in Regione - Tuttoggi

De Luca del M5S si dimette da consigliere comunale perché eletto in Regione

Redazione

De Luca del M5S si dimette da consigliere comunale perché eletto in Regione

"Piena coerenza con l'impegno politico da sempre intrapreso con gli elettori da parte del M5S"
Gio, 14/11/2019 - 18:34

Condividi su:


De Luca del M5S si dimette da consigliere comunale perché eletto in Regione

A seguito dell’elezione presso l’Assemblea legislativa della Regione Umbria, nella mattinata di giovedì 14 novembre Thomas De Luca ha  depositato al protocollo del comune di Terni le dimissioni da consigliere comunale.
Pur non essendoci a norma di legge alcuna incompatibilità con il ruolo di consigliere regionale per il quale è stato recentemente eletto, De Luca ha fatto questa scelta “in piena coerenza con l’impegno politico da sempre intrapreso con gli elettori da parte del M5S.
Nessun obbligo ma la volontà come primo “mandato zero” d’Italia di dimostrare che la differenza la facciamo con i fatti e con l’esempio”.

“Non ci sediamo su due poltrone ed è mia ferma volontà escludere non solo ogni potenziale conflitto di interesse ma anche sgombrare il campo da qualsiasi questione di opportunità politica di portare avanti contemporaneamente determinati ruoli che in alcune situazioni possono creare situazioni conflittuali.
Il nostro appellochiarisce De Lucaè affinché anche altre forze politiche presenti in Consiglio regionale che professano volontà di cambiamento e spirito di servizio verso i cittadini adottino gli stessi criteri soprattutto nella fase molto delicata di questi giorni in cui è in fieri l’individuazione delle persone che andranno a comporre l’esecutivo regionale.
Riteniamo fondamentale che venga affrontato il prima possibile, il tema del conflitto di interessi e delle incompatibilità.
Fiduciosi che nell’interesse delle comunità umbre la nuova presidente Donatella Tesei saprà dimostrare con i fatti il che il vento di un cambiamento finora annunciato solo a parole potrà diventare qualcosa di più concreto”.


Condividi su:


Aggiungi un commento