Covid, ordinanza Tesei: ecco i comuni dove sono aperti asili e scuole primarie

Covid, ordinanza Tesei: ecco i comuni dove sono aperti asili e scuole primarie

Redazione

Covid, ordinanza Tesei: ecco i comuni dove sono aperti asili e scuole primarie

Ven, 19/03/2021 - 17:59

Condividi su:


Didattica a distanza obbligatoria per tutti gli altri ad alta incidenza del virus | Restano gli altri provvedimenti per negozi, sport e caccia di selezione

Ordinanza Tesei, da lunedì tornano a scuola anche alcuni piccoli umbri delle primarie, ma non in tutti i comuni. La governatrice, sulla base delle valutazioni del Comitato tecnico scientifico, ha infatti decretato il ritorno delle lezioni in presenza in cinque comprensori, quelli con l’incidenza di casi Covid sul totale della popolazione considerata sotto la soglia di rischio.

I distretti per il quale c’è il via libera del Cts anche per le scuole elementari sono quelli, appunto, a minore incidenza (sotto ai 200 casi settimanali per 100 mila abitanti, secondo il limite ancora più prudente fissato dal Cts umbro): il Trasimeno, Narnese, Perugino, Alto Chiascio, Media Valle del Tevere. Sono esclusi i Comuni che, pur facendo parte dei suddetti distretti evidenzino un incremento critico individuato dalla Sanità.

I comuni dove sono aperti asili e scuole primarie

Da lunedì 22, dunque, saranno aperti i Servizi educativi e le scuole dell’infanzia (0-6 anni) e si svolgeranno in presenza le lezioni delle scuole primarie (mentre rimarranno con didattica a distanza al 100% tutte le altre scuole secondarie di primo e secondo grado) nei Comuni di:

  • Costacciaro, Fossato di Vico, Gualdo Tadino, Gubbio, Sigillo, Scheggia e Pascelupo (distretto Alto Chiascio);
  • Collazzone, Deruta, Fratta Todina, Marsciano, Massa Martana, Monte Castello di Vibio, San Venanzo e Todi (Media Valle del Tevere);
  • Corciano, Perugia, Torgiano (Perugino);
  • Castiglione del Lago, Città della Pieve, Magione, Paciano, Panicale, Passignano sul Trasimeno, Piegaro, Tuoro sul Trasimeno (Trasimeno);
  • Alviano, Attigliano, Avigliano Umbro, Calvi dell’Umbria, Guardea, Lugnano in Teverina, Montecastrilli, Narni, Otricoli, Penna in Teverina (Narnese Amerino).

Covid, le aree sopra la soglia di rischio
nei dati del Nucleo epidemiologico

I comuni dove sono ancora chiusi asili e scuole primarie

Saranno invece sospesi i Servizi educativi e le scuole dell’infanzia (0-6 anni) e si svolgeranno con didattica a distanza al 100% tutte le lezioni delle scuole primarie, secondarie di primo e Secondo grado nei Comuni di:

  • Bevagna, Foligno, Gualdo Cattaneo, Montefalco, Nocera Umbra, Sellano, Spello, Trevi, Valtopina (Folignate);
  • Amelia, Giove (Narnese Amerino); Allerona, Baschi, Castel Giorgio, Castel Viscardo, Fabro, Ficulle, Montecchio, Monteleone d’Orvieto, Montegabbione, Orvieto, Parrano, Porano (Orvietano);
  • Citerna, Città di Castello, Lisciano Niccone, Monte Santa Maria Tiberina, Montone, Pietralunga, San Giustino,  Umbertide (Alto Tevere);
  • Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara, Valfabbrica (Assisano);
  • Cascia, Cerreto di Spoleto, Norcia Monteleone di Spoleto, Poggiodomo, Preci, Sant’Anatolia di Narco, Scheggino, Vallo di Nera Cascia, (Valnerina);
  • Acquasparta, Arrone, Ferentillo, Montefranco, Polino, San Gemini, Stroncone, Terni (Ternano);
  • Campello sul Clitunno, Castel Ritaldi, Giano dell’Umbria, Spoleto (Spoletino).

Covid, paura dei divieti e sottovalutazione:
i giovani non collaborano al tracciamento

Gli altri divieti

Quanto agli altri divieti anti Covid, vengono confermati i provvedimenti stabiliti dalla precedente ordinanza della Regione Umbria, validi fino al 5 aprile.

In particolare per il commercio, confermata da questo weekend, su tutto il territorio regionale, la chiusura domenicale dei negozi di vicinato (che potranno rimanere aperti l’intera giornata del sabato), la chiusura alle ore 14 del sabato delle medie e grandi superfici e per tutto il weekend i centri commerciali fatta eccezione per farmacie, presidi sanitari, ottici, generi alimentari, commercio di autoveicoli e moto, prodotti agricoli e florovivaistici, edicole librerie e tabacchi.

Consentiti gli spostamenti fuori dal territorio del proprio comune per la caccia di selezione e le attività di controllo e monitoraggio e per l’addestramento dei cani, in forma individuale, nelle aree Zac autorizzate.

Oltre 42 mila umbri guariti dal Covid
L’aggiornamento sui contagi

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!