Città di Castello: tanti bambini e giovani alla Mostra Nazionale del Cavallo - Tuttoggi

Città di Castello: tanti bambini e giovani alla Mostra Nazionale del Cavallo

Redazione

Città di Castello: tanti bambini e giovani alla Mostra Nazionale del Cavallo

Ven, 21/09/2012 - 15:03

Condividi su:


Città di Castello: tanti bambini e giovani alla Mostra Nazionale del Cavallo

L’edizione di quest’anno della Mostra Nazionale del Cavallo è stata caratterizzata da varie iniziative messe in essere per legare sempre di più e sempre meglio, la manifestazione al territorio. Tra queste, quelle che hanno riscosso particolare successo sono state quelle rivolte ai giovanissimi e nate in accordo con il primo e il secondo Circolo Didattico di Città di Castello.

Per la prima volta l’area espositiva della Mostra ha infatti ospitato due stand dedicati ai bambini, che hanno attirato l’attenzione, ma anche la partecipazione, di tanti piccoli con i loro genitori.

Questi spazi sono stati un valido spot per la promozione dell’educazione e dei valori della convivenza e del rispetto, e sono stati fortemente voluti dai dirigenti scolastici Massimo Belardinelli e Paola Avorio proprio per diffondere, con l’occasione della Mostra, argomenti ed esperienze di fondamentale importanza nella società moderna.

Il tema degli allestimenti, “Quali valori per una nuova comunità educante”, ha ripreso la traccia di un progetto che ha coinvolto quasi duemila bambini della scuola primaria della scuola dell’infanzia ed è stato sviluppato, anche attraverso materiale didattico realizzato da docenti e studenti, insieme al Centro Studi Villa Montesca in attuazione del programma europeo ‘Pro-SAVE’.

L’incontro tra l’impegno della scuola su questo versante e la Mostra Nazionale del Cavallo è nato ovviamente sul terreno fertile rappresentato al cavallo e alle pratiche che lo vedono coinvolto, siano esse ludiche, agonistiche e anche terapeutiche.

Tutto impostato sul gioco, con un filo conduttore inevitabilmente legato al cavallo, è stato invece lo stand-laboratorio didattico allestito da Fabiana Giulietti ed Emanuela Pantalla dell’associazione tifernate Artea. Nelle giornate di sabato e domenica, i bambini di età compresa tra cinque e dieci anni in visita alla Mostra sono stati invitati a partecipare ad attività diverse, che hanno spaziato dall’organizzazione di giochi, al racconto di storie e filastrocche, fino alla realizzazione di una grande opera materica intitolata ‘I cavalli di Città di Castello’.

Contemporaneamente, sabato pomeriggio e domenica, negli spazi esterni della kermesse tifernate in collaborazione con il Centro Ippico Caldese, che ha messo a disposizione un istruttore e cinque pony, si è svolto ‘il battesimo del pony’ iniziativa che ha come sempre fatto registrare grande curiosità affluenza. Diana Cantelli, Tecnico Federale per l’attività ludica e Animatore pony di 1° livello, ha coordinato un gruppo di allevi del centro ippico di Lerchi, che a loro volta hanno accompagnato quasi trecento bambini nella loro prima, e sicuramente memorabile, esperienza in sella.

Aggiungi un commento