Terni, ordinanza antismog | Confartigianato ‘spiega’ la Zona Zero

Terni, ordinanza antismog | Confartigianato ‘spiega’ la Zona Zero

L’associazione in campo per aiutare esercenti e cittadini a rispettare le regole

Confartigianato Imprese Terni ha realizzato una capillare campagna informativa rivolta alle imprese localizzate nel centro città di Terni e a tutti i cittadini in relazione ai provvedimenti di limitazione del traffico veicolare disposti con l’ordinanza anti-inquinamento entrata in vigore lunedì 6 novembre riguardo al territorio comunale di Terni. La campagna ha avuto inizio giovedì 2 novembre e si concluderà nei prossimi giorni.

Avendo verificato che la normativa in questione non era ancora stata chiaramente compresa  dalla popolazione, data la complessità tecnica e le particolari modalità attuative, Confartigianato Imprese Terni ha ritenuto di svolgere in prima persona una azione positiva di informazione, realizzando una infografica riassuntiva mirante a semplificare e a migliorare l’immediatezza della comprensione dei diversi casi regolati che è stata distribuita fino ad oggi in oltre 600 copie, in altrettanti esercizi (negozi, laboratori artigianali, sedi di agenzie e studi professionali) rientranti nella cosiddetta “Zona Zero” o immediatamente adiacenti.

La distribuzione dell’infografica è stata realizzata mediante visite dirette di personale di Confartigianato Imprese Terni, che hanno costituito occasioni di informazione degli operatori e hanno permesso di verificare, tramite l’interazione con gli stessi, i punti critici sia informativi che applicativi dell’ordinanza medesima e di tematiche connesse. Tale rilevante sforzo informativo compiuto dall’associazione ha tre obiettivi:

1) consentire alla normativa posta in essere il raggiungimento degli obiettivi che l’amministrazione comunale si è prefissa in termini di contenimento delle emissioni;

2) ridurre, tramite la conoscenza delle norme, i rischi di sanzioni e  i disagi per i cittadini;

3) promuovere corretti comportamenti aderenti al testo della normativa che contrastino una rilevata tendenza commercialmente sfavorevole che colpisce le imprese nei lunedì e martedì di vigenza dei divieti.